Cum grano salis..


In cucina possiamo oggi usare tantissimi tipi di sale.
Non li ho assaggiati tutti, ma il solo poterne vedere un piccolo insieme come questo -che tengo nella mia dispensa-  dove ogni granello ha un sapore, un colore ed una presenza diversi, mi porta a riflettere: quanto può migliorare un piatto con quel certo pizzico di sale e quali sfumature di gusto possiamo percepire, scegliendo di aggiungere un certo sale piuttosto di un altro...



"Cum grano salis" letteralmente significa "con un grano di sale" e venne citata da Plinio il Vecchio nelle istruzioni per l'uso di un controveleno, da prendere appunto con un granello di sale.
Nel tempo la sua accezione più comune è cambiata, si usa per raccomandare "un pizzico di buonsenso" come a dire che, con quel granello, le cose potrebbero essere migliori.

Esco dalla cucina per entrare nella vita di tutti i giorni e vedo che ognuno di noi è come un grano di sale. La nostra presenza, nella vita di chi ci vive accanto ne può cambiare il gusto.
Se scegliamo di portare un pizzico di frizzante allegria, i nostri amici sentiranno in noi questo sapore, allo stesso modo se scegliamo la cupezza e l'amarezza, il gusto di una serata passata in nostra compagnia ne avrà tutte le note tristi e malinconiche.
Scegliamo dunque i granelli migliori, cerchiamo in noi -consapevolmente e con disciplina- quel sale che in ogni situazione della vita possa valorizzarne il gusto, elevarlo ed esaltare le note della bellezza del vivere. Soprattutto quando una cosa è pesante, dolorosa e piena di fatica, scegliamo un granello speciale per esaltarne le qualità positive.

...cum grano salis, con un po' di buonsenso portiamo quel granello ad impreziosire la nostra vita invece di appesantirla. E' così che ogni giorno potrà essere migliore.


Insalata fredda di tonno e farro al sale rosso hawaiiano

dosi a piacere
tonno fresco
farro
foglie di insalata e radicchio di treviso
pomodorini ciliegia
cipolla fresca
olio extravergine -qui è di sesamo-
sale "Buono" -qui c'è il sale rosso hawaiiano-

Bollire il farro, scolarlo e passarlo sotto acqua fredda.
Tagliare a cubetti la fetta di tonno e saltare su una piastra calda.
lasciar raffreddare e comporre il piatto a piacere insieme alle verdure, condire con un filo d'olio e granelli di sale.




Con questo post vorrei ringraziare il pensiero gentilissimo che mi è stato dedicato da Francesca del blog Peccati di gola, che mi ha regalato questo premio varie settimane fa e che ancora non avevo ringraziato



E poi anche Federica del blog Note di cioccolato e Paola del Blog Voglia di cucina... voglia di sognare che mi hanno regalato

Sono molto onorata di essere nei vostri pensieri... è bello e mi fa enormemente piacere !!;)
Non sceglierò qualcuno in particolare a cui regalarli, perché penso che tutte le persone che hanno la volontà di tenere un blog e lo mantengono con impegno sono meritevoli di ricevere un riconoscimento!  Lascio dunque a chi passa il piacere di scegliere quello che preferisce... :)

38 commenti

  1. Ggrazie mille, aver ragione da vendere! Buona gironata,
    Erika

    RispondiElimina
  2. Che bello iniziare la settimana con questa riflessione. A volte basterebbe davvero poco per cambiare sapore alle nostre giornate se solo ci fermassino un attimo in più a riflettere.
    In poco tempo sono diventata un'appassionata di sale (per quanto cucini paradossalmente quasi senza!!!!!). Quelli della foto li ho tutti tranne i fiocchi di Cipro; li ho neri! E non mi sarei mai aspettata che potessero essere così diversi nel sapore uno dall'altro.
    Fresca e saporita la tua insalata fredda. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  3. Ciao Cinzia ! il tuo andare all'"essenza" delle cose mi piace !! E' il nostro sale che determina le cose ! Un abbraccione e complimenti per la fresca insalata !

    RispondiElimina
  4. trovo che la ricetta sia fantastica , mi hai fatto venire voglia di cercare questi diversi sali (che qui purtroppo non porta nesusno) e ti faccio i miei più vivi complimenti per il post che hai scritto ... mi è piaciuto veramente molto . Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. Super insalata, uao! ;-) Sono contenta che tu abbia provato i cornetti, vedrai che la prossima volta riusciranno più carini anche nella forma!!
    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  6. Abbiamo in comune il sottopiatto verde e la passione per il sale, a me piace anche il nero di Cipro che dà ai piatti una nota elegante e quello affumicato.
    Peccato che spesso le persone non riescano a cogliere il "sapore" che vogliono trasmettere gli altri, ma tendono a "coprirlo" ...
    Io vorrei sentire il sapore della tua insalata, certamente mi farebbe bene :-)

    RispondiElimina
  7. Saggia riflessione, un pò di buonsenso non guasta mai... ultimamente sto usando il sale rosa dell'himalaya, mi piace moltissimo assaporare i cibi con sali diversi... assaggerò anche la tua insalata, semplice ma gustosa! Buona giornata Cinzia!

    RispondiElimina
  8. mi intrigano anche a me i vari sali, ce ne sono di particolarissimi!!! sagge anche le tue rilfessioni!!!!
    p.s. quell'insalatina è proprio stuzzicante! ;)

    RispondiElimina
  9. Mi piace molto l'intensità di questo post! Buona settimana!

    RispondiElimina
  10. questa insalata-che trano eh?-mi piace tantissimo!
    e comunque quanto mi piacciono i sali! anche io in dispensa ne ho diversi tipi e mi diverto molto ad usarli a seconda dell'umore e di ciò che c'è nel piatto.
    buona settimana!!!

    RispondiElimina
  11. Bellissime foto, davvero. Non sapevo neanche che esistesse il sale hawaiiano! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Ciao Cinzia
    stai tranquilla che dopo le vacanze torno a Lecco e quindi ci incontreremo, fa tantissimo piacere anche a me darti un volto vero! Lieta che i panini abbiano spopolato, spero di darti altre ricette cosi di successo. Bacissimi allora e alla prossima!

    RispondiElimina
  13. Quant'è vero signora mia (faccio la simpatica ;)) che le persone sono come grani di sale, pronte a mettere del sapore nelle vite degli altri...
    Il blu di Cipro mi incuriosisce non poco, mai visto! Buona settimana

    RispondiElimina
  14. Bellissimo post, ricetta a parte (sempre speciale!), tutti quei sali che posano per quella splendida foto..un'ideona da vera artista!! Brava, brava!!!

    RispondiElimina
  15. @Elena, Marina, Emanuela, Glo, Sar@, Libera, ndfe, Federica, rossella, Housewives.. grazie di aver "colto" il senso del sapore del granello, ciascuno ne può trovare, in sé, di tutti i gusti e quel che conta è saperli distinguere e scegliere.. un abbraccione per tutte, grazie!

    RispondiElimina
  16. che belle le tue parole Cinzia, le condivido in pieno.... il sale della vita siamo noi e siamo noi a decidere che gusto avrà ^__^
    la tua ricetta mi piace tanto, la proverò sicuramente e mi attrezzerò di sale "buono"!!

    RispondiElimina
  17. Giusto ieri guardavo al super tutte le varietà di sale che ci sono....ma in effetti non avevo riflettuto a come potrebbe cambiare e migliorare il sapore di un piatto con un sale "diverso"! Grazie per questo interessantissimo post! un bacio

    RispondiElimina
  18. Ciao Cinzia , come ci sono i vari tipi di zucchero ci sono anche i vari tipi di sale, si diventa sempre piu' perfezionisti man mano ci si addentra nell'arte culinaria, sono sfiziosita' che danno maggior risalto ai piatti, il tuo e' bellissimo, semplice ma si gusta con gli occhi, complimenti.) grazie per la ricetta e congratulazioni per i premi meritatissssimi, auguri alla bimba in ritardo, ciao rosa a presto buon pomeriggio.)

    RispondiElimina
  19. Cara Cinzia, è pazzesco! Ho controllato anche io la lista dei sostenitori convinta che ti avrei trovata nelle pagine precedenti ma effettivamente non ci sei. Com'è sta cosa? Eppure è da un po' che ci seguiamo reciprocamente....che bello il post sul sale. Ho anche io la mia scorta personale adesso che ho scoperto delle confezioni con già incorporato il macinino e di recente ho comprato dei fiocchi di sale nero di Cipro fantastici. Molto interessante. La tua ricetto è superba. Un abbraccione. Pat

    RispondiElimina
  20. ma dove li hai pescati? io ne ho solo due!
    ottima la tua insalata di farro :P

    RispondiElimina
  21. Bello il post, condivido il tuo pensiero...sono poco esperta dei vari tipi di sali, ma visto che tu lo sei di più seguirò te...inoltre una nota azienda (che tu conoscerai benissimo) ha mandato anche a me il sale delle Hawaii, ma ancora non ho capito come usarlo...CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  22. Ho avuto il piacere di provare solo il sale Himalayano.. cercando di trovare il mio granello rosa, in una vita che stava prendendo una strada troppo grigia. Guardando la tua foto, stasera sceglierei i Fiocchi di Cipro, per sentirmi (e trasmettere) un 'grano salis' leggero e capace di volare e andare un po' più in là del mio nasino stressatello dal lavoro e dagli avvenimenti recenti.

    Bellissime le foto e deliziosa la 'rassegna salina'.
    Un abbraccio e a presto
    Mari

    RispondiElimina
  23. Sagge parole cara Cinzia! Da noi quando una persona ha tanta simpatia e savuarfer si dice che ha "salero".. vale a dire, contenitore del sale! Curioso... troppo fa male e poco pure.

    vedendo la tua foto mi viene in mente un gioco da bimbi: ce l'ho, manca... ti cambio il rosso hauaiiano per il nero di Cipro... e quello blu di Persia con quello indiano Kala Namak!

    besos e un pensierino per te, vai a pagina 84!
    http://www.pambianconews.com/wp-content/uploads/PambiancoWeek_2_VII1.pdf

    RispondiElimina
  24. Una bella lezione sui tanti sali che esistono al mondo e da quando frequento i blogger ho imparato decisamnete tante cose ed oggi con il tuo post so tutto sul sale ed ovviamnete condivido decisamente il tuo pensiero che è da smepre anche il mio!!!Imma

    RispondiElimina
  25. Hai ragione, mi sono sempre chiesta che sapore avessero i vari tipi di sale, ma non li ho mai comprati! Ciao

    RispondiElimina
  26. A proposito di sale, ne ho postato uno che potrebbe piacerti!
    Baci

    RispondiElimina
  27. curiosi questi tipi di sale !!
    il tuo piatto però ha un bellissimo aspetto ed è anche fresco !

    RispondiElimina
  28. Cinzia hai ragione su tutto! Io ultimamente ho scoperto il sale rosa dell'Himalaya e devo dire che lo trovo stupendo! un abbraccio e a presto, Valentina

    RispondiElimina
  29. è vero, ultimamente anch'io vedo in giro tantissimi tipi di sale. Ne ho solo due per ora, quello grigio e quello rosa... la tua insalata con il rosso dev'essere ancora più buona!

    RispondiElimina
  30. che invidia per tutti quei tipi di sale..spt quello blu vorrei!:DD

    RispondiElimina
  31. Cinzia anch'io sono appassionatissima di sali, sia quelli naturalmente speciali, sia quelli lavorati.
    In questo senso sono davvero una cacciatrice, non so se li conosci, ma prova a dare un occhio qui www.seldevin.fr troverai sali al cabernet, allo syrah, al merlot...davvero specialissimi!!!

    RispondiElimina
  32. ricetta ed esecuzione di altissimo livello, complimenti veramente!

    RispondiElimina
  33. Che bella Cinzia! me la mangerei subito!! Ciao Paola
    www.paoladany.blogspot.com

    RispondiElimina
  34. Bellissime parole le tue per parlare del sale in tutti i sensi :)
    Io ho quello rosso e nero hawaiiano, quello guerande... ma devo provvedere e rimpinzare la dispensa!

    RispondiElimina
  35. http://www.facebook.com/pages/Fiocchi-si-sale/111885972248461

    RispondiElimina
  36. Io adoro i fiocchi di sale di Cipro, quelli a forma di piramide... c'è quello naturale e speziato... anche nero.
    So che fanno bene.... andate a vedere la pagine che vi ho postato ...
    :)

    RispondiElimina
  37. Caspiterina, come siamo filosofe oggi!! E' verissimo e giusto quello che dici e in questo mondo e in questo tempo di sfrenato ed arrogante individualismo, sono poche le persone capaci di simili riflessioni. Un abbraccio carissima, a presto.

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig