Kreatività e Versatilità

 
Molti dubbi prima di decidere di pubblicare questo post, non tanto per la ricetta, ma... per la fossetta nel centro della torta!
La cosa è nata, OVVIAMENTE, per caso, ovvero: nel mio solito giro notturno tra le ricette del giorno, di alcni giorni fa, trovo questa, di Dana del blog Tè e briciole.
Manco a dirlo, al fatidico momento-ingredienti, vi pare che abbia tutto? No!
L'altra volta, che dovevo fare una torta lievitata, non avevo il lievito e pazienza, ho ripiegato su una frolla. Stavolta che punto su una frolla, manca il burro.
Ora, a mia parziale discolpa va detto che mi tocca di lavorare anche al sabato, che il mio unico giorno libero, oltre la domenica, è il lunedì pomeriggio e la spesa me la devo organizzare nelle pause oppure prima di rincasare dal lavoro, circondata da due figli -diciamo pure due bulldozer- che scorrazzano su e giù per i corridoi del supermercato alla ricerca di bàkugan, pokémon, applicazioni per Nintendo DS e, magari, confezioni di vari prodotti fuori lista spesa di cui a volte mi accorgo solo in cassa. In tutto 'sto bailamme che riescono a fare -e sono solo in due- io, che ho una  lista-della-spesa solo una volta su cinque, mi devo ricordare di tutto quel che manca in frigo, quel che serve in casa e quel che servirà per il piatto da pubblicare. E delle lamette da barba per mio marito. A raccontarla, il pensiero di wonderwoman mi fa quasi tenerezza.
Tornando alla tortina, manca il burro ma non demordo, sono creativa per lavoro, vediamo di esserlo anche a casa no?
Mi torna in testa quella ricetta di finta-sfoglia che si prepara con il philadelphia... perché non dovrebbe funzionare anche per la frolla? In un lampo decido di inventare questo impasto, pena il rischio di buttare la torta a cottura ultimata.
Facendo questo impasto, qualcosa mi dice che cuocendo rischia di rimanere stopposo, quindi aggiungo un cucchiaino raso di lievito, che nelle folle non metto mai. Infine tiro col mattarello, rivesto una teglia per torte tenendo il bordo alto circa un dito e procedo.
In cottura il lievito "lievita" e la torta si alza, i bordi si appiattiscono e si arriva alla fine con questo aspetto, una sorta di fossetta nel centro. Poco convinta, qualche fotina la faccio, poi si vedrà.
All'assaggio, la tortina SPARISCE in un batter d'occhio -fossetta o non fossetta- ed è così che decido di postarla!


Torta Meringa Mandorlata

per la base
280 gr. farina
100 gr. robiola
120 gr. zucchero
2 tuorli
1/2 cucchiaino lievito (io 1 raso)

per la copertura
1/2 vasetto marmellata Lamponi
2 albumi
3 cucchiai colmi zucchero
gocce limone
una manciata mandorle pelate

Impastare nel mixer gli ingredienti per la base, raccoglierli in una palla e lasciare riposare una mezzora in frigo, poi tirare l'impasto in misura del diametro della teglia scelta.
Preparare la teglia (meglio se apribile) imburrata ed infarinata bene, porre sul fondo l'impasto, distribuire la marmellata, stemperata con pochissima acqua se necessario.
Infine montare bene gli albumi, aggiungendo lo zucchero poco a poco e solo da quando già si ha una certa compattezza.
Distribuire la glassa sopra la marmellata e decorare con mandorle pelate e tagliate a lamelle.
Porre in forno caldo a 160° ventilato e cuocere fino a quando la meringa sia croccante, serviranno circa 40 min. dipende dal forno.
Con questo post ricambio i premi ricevuti nei giorni scorsi:

Premio Kreativ Blogger  ricevuto da Carla, del blog Un'arbanella i basilico
per il quale dovrei dire 10 cose che mi descrivono, ma mi sono già descritta ben di più nei miei post!!

Premio The Versatile Blogger, ricevuto da La mai del blog Il colore della curcuma
e da Meandfrankieavalon del blog Non mi cibo d'amore

Questi premi, bisogna dirlo, mi descrivono anche bene: sul "Kreativ", non ho dubbi, date le volte che mi arrangio anche senza qualche ingrediente
per il Versatile, lo spero tanto :)
Grazie di cuore, care ragazze, per avermi pensato in questo passaparola.
Io pubblico questi premi e lascio che chi passa, volendo farne dono o pensiero gentile a qualche altro amico-blogger, prenda ed inoltri il mandato ;)

UN BACIONE a TUTTE VOI !

30 commenti

  1. La fossetta se c'è non si nota dato la velocità con cui è sparita. Ringrazio pertanto le tue golose bocche di casa che ti hanno tolto ogni dubbio sulla bontà della ricetta che alla fine hai FORTUMATAMENTE condiviso con tutti noi. Annoto e spero di fare quanto prima, la mia lista di ricette da fare è ininita...

    Un bacio e buona giornata :)

    RispondiElimina
  2. Cinzia, con tutte le cose che hai da fare riesci anche ad avere la pazienza per creare una torta così golosa, nonostante gli imprevisti???? Brava, ti ammiro tanto!
    Mi segno la ricetta e la proverò sicuramente!

    RispondiElimina
  3. i figli son tutti uguali ..le mie spariscano sebbene piccole tra gli scafali del supermercato alla ricerca di giochi.. la torta è con il philadelphia una bellissima idea da rifare..sicuramente un bacio simmy

    RispondiElimina
  4. Fossetta o no questa torta dev'essere una vera delizia, non per niente ha preso subito il volo! E davanti "all'imprevisto burro" sei stata davvero originale. Alla robiola nella frolla non ci avrei proprio pensato, mi sarei buttata molto più banalmente su una frolla all'olio! Devo provare questa torta, la sopertuta madorlata mi piace troppo ^__^ Un abbracio, buona giornata

    RispondiElimina
  5. hai fatto benissimo a pubblicarla!!!!!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. La fossetta non si vede, ma non sarebbe stata un problema :)! La preparazione è davvero originale, da provare, Cinzietta!
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. hai fatto bene a postarla, sembra veramente ottima e molto golosa!

    RispondiElimina
  8. che meraviglia! Doveva essere buonissima!

    RispondiElimina
  9. La torta è buonissima, sei già bravissima per il solo fatto di riuscire a conciliare il tutto

    RispondiElimina
  10. Wondertorta per WonderCinzia ^_*

    RispondiElimina
  11. complimenti per la torta golosissima e per il premio! bacioni!

    RispondiElimina
  12. Cinzia capita spesso anche a me di non avere tutto quello che mi serve per una ricetta...e come mi arrabbio da sola :)..che dire, un bacione ciao

    RispondiElimina
  13. Ciao Cinzia, creativ e versatile, tutt'e due meritatissimi! Il motivo si vede... ti mancano gli ingredienti e pensi, con una bella dose di creatività, a sostituirli con altri. Con successo. Ti destreggi tra ricette dolci e salate; sai cucinare e fotografare; badare alla casa, ai figli, (al marito), al lavoro, al blog... sai sfruttare il tempo (sempre poco) a tua disposizione al meglio e con ottimi risultati. Sai badare ai figli come una madre amorevole (quei gamberi sgranocchiati completi di carapace...), sai "vedere" con gli occhi della mente e del cuore. Devo continuare?
    Mi sembra abbastanza per confermarti che sei versatile (abbastanza, via! Non è che posso continuare con questa tiritera, altrimenti sembra che sia falsa... oppure ti faccia il filo)!
    Assaporo anch'io questa splendida crostata e "metto in saccocia" il tuo esperimento di frolla-non frolla per le evenienze future.
    Un bacio e a presto

    RispondiElimina
  14. Il fatto che sia sparita subito dice tutto... complimenti per la creatività! Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Cinzia con questo racconto mi hai fatto venire il fiatone! E' per questo che io quando vado a fare la spesa una volta la settimana compro sempre tutto, tanto a qualcosa servirà :-)

    RispondiElimina
  16. Vengo e trovarti e...sorpresa!
    Anche se con la fossetta centrale, la pasta ha un bellissimo aspetto. Sei proprio brava.
    Un'altra versione della Slava prevede la frutta secca nella meringa, è ottima.
    Complimenti! Sulla tua creatività, visto tutto quello che riesci a produrre, non c'erano dubbi!
    Un abbraccione!

    RispondiElimina
  17. è fondamentale la creatività in cucina e sopperire alle 'mancanze' eh eh eh :)
    il risultato (che conta) sembra cmq ottimo!

    RispondiElimina
  18. Quale miglior riassunto di te se non questa ricetta e questo post introduttivo? In un batter d'occhio tiri fuori dal cilindro ingredienti e memoria e voilà!
    Premi assolutamente meritati (tra i premi ci metterei anche lo spazzolamento della torta)
    Buona serata

    RispondiElimina
  19. che bella che è venuta! mi sembra perfetta e con la tua modifica giuro che mi pare anche più buona!!!
    p.s. io se posso vado sola al super è un casotto pazzesco con 3 :-((( baciii

    RispondiElimina
  20. Eccomi! Grazie!
    @Ely, se potessi farei a meno, ma li noleggio già così spesso durante la giornata, i figli, che alla fine cerco di fare qualcosa anche in questo modo, però è tanto faticoso
    @Fausta, davvero mi gratifichi un sacco, il mio ego si fa grosso :) ti abbraccio
    e un abbraccio con fetta di torta in premio per tutti!

    RispondiElimina
  21. La donna in viola è capace di tutto! Ma proprio di tutto se non ci riesci tu vuol dire che non ce modo! Questa torta "philadelphiosa" s'ha da far, mio marito il goloso di dolci ne andrà pazzo!

    besos

    RispondiElimina
  22. Beh direi che te la sei cavata alla grande...e secondo me cosi' un po' lievitata e' venuta anche piu' buona.
    Io nella frolla metto 1/2 cucchiaino scarso con 250g di farina e secondo me viene bene. La philadelphia o robiola invece non ho mai provato...ma sai che sarebbe il massimo per me visto che la mia mamy non potrebbe mangiare burro?
    Ma si stende bene? sono curiosissima!!
    Invece ho fatto varie volte la frolla con l'olio ed e' venuta bene...se la dispensa latita provala perche' e' una grande anzora di salvezza

    RispondiElimina
  23. Mi piacciono i tuoi racconti....sembrano le storie che mi racconta mia moglie quando io sono in giro per il mondo e lei deve fare tutto da sola con due bambini iperattivi! Non tutte le donne, ma sicuramente il 99% delle mamme gli danno 2 giri a wonderwoman!!! Ma perchè non una frolla all'olio?? Mi segno la ricetta perchè la frolla con il formaggio mi manca! Bravissima, baci

    RispondiElimina
  24. gli imprevisti aguzzano la fantasia e , a quanto vedo, tu sei stata bravissima Cinzia!Un abbraccio....

    RispondiElimina
  25. Grazie!
    Elenuccia, Gianni: sapete che la frolla dolce all'olio NON SAPEVO ESISTESSE??
    Ora però mi avete messo la pulce, la proverò al più presto, intanto ho inventato questa che male non è, provatela e mi direte

    RispondiElimina
  26. Colpevole di averti messo la pulce nell'orecchio adesso ti faccio vedere che è pure buona
    http://lacucinadigianni.blogspot.com/2010/12/le-crostatine-con-frolla-allolioby-sara.html
    Ciao bella

    RispondiElimina
  27. Ciao Cinzia, complimentissimi per la vincita al concorso di Barbara! Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Ciao! vedo con piacere che qualcuno ti ha già assegnato il premio THe Versatile blogger...hai fatto il bis! visot che te l'ho appena assegnato anche io ;) se vuoi fai un passo da me,
    A presto!

    RispondiElimina
  29. Una versione della frolla molto interessante. Sarei curiosa di provare la friabilità, come viene l'impasto. Ma sono sicura che è ottima!
    Idea geniale...Complimenti!
    Un bacio

    RispondiElimina
  30. Quando parli di fossetta mi vengono in mente quei visi dolci, quelli che quando sorridono presentano delle deliziose fossette sulle guance... e se mi piacciono quelle, la versione dolce su torta di certo mi ispira tenerezza. Sorvolando su quanto detto, hai presente l'effetto che può avbermi fatto la meringa mandorlata? *_* io la devo avere! Troppo buona,

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig