" Essere o... non Essere "


... questo è il dilemma. Ma io la mia scelta l'ho fatta: Essere!
Qualcuno giustamente dirà "tsé, 'na parola!"
E in una parola non si potrebbe spiegare cosa significa, per questo accolgo il tema del contest di Elena, Edo ergo sum! e lo uso per abbreviare la risposta:  una ricetta che mi rappresenta, ce l'ho!
Una di quelle di vecchissima data, che in altri tempi ho fatto mia, la modifico un poco, giusto quel tanto perché possa rispecchiarmi meglio, considerando che sono passati tanti anni e che anch'io sono un poco cambiata!
Si tratta del mio buon vecchio Soufflé di patate, che per l'occasione ho rivisitato ed arricchito.
Ho aggiunto qualche ingrediente a quelli di base, ho fatto una o due sostituzioni ed ho messo una punta di colore, perché cammin facendo la stessa cosa, in effetti, è accaduta anche a me: la base costituita dalle patate, è stata arricchita con del topinambur, un gusto decisamente più ricercato, perché la vita porta dentro di noi le sue novità, a volte gioiose ed altre volte dolorose e quando esse entrano definitivamente a far parte di noi, la loro particolarità ci rende più solidi, pieni e ricchi dentro, unici.
Quando anni fa ci mettevo il formaggio, sceglievo la mozzarella, ero giovane ed inconsapevole, invece oggi scelgo la scamorza, trovo che abbia più personalità... e la prediligo affumicata, perché il sapore denso del fumo ha in sé un sentore di forza. Il prosciutto è rimasto tale, lo trovo un classico "comfort", dà quella sicurezza che si sente volentieri cammin facendo...
E una nota di colore, non trovate che ci stia anche bene? Un bel rosso. Ricorda l'amore, che con la sua presenza basta da solo a portare un sorriso anche nei momenti più difficili. Nella mia vita ce n'è molto!
Infine, ma non meno importante, ora che sono cresciuta, che sono grande, il fuoco sacro dell' Essenza si fa sentire, quindi nel mio piatto ci sta anche bene un'erba aromatica, perché a saperle usare, nei cibi come nella vita, esse rendono le cose più frizzanti e particolari...
Ed ecco l'ultima versione del mio Soufflé di patate.
Trovo che mi rappresenti bene, perché oggi è così che io mi sento: solida, semplice ai limiti del rustico, ma con quel che di ricercato, un po' di quel fumo che ha reso il mio percorso difficile, ma mi ha reso anche molto forte, con quel pizzico di allegria che mi permette di "Essere" nelle gioie e nelle difficoltà...
...e brindo insieme a Shakespeare!



Soufflé di patate New Style 
300 gr. patate
200 gr. topinambur
3 fette prosciutto cotto
50 gr. scamorza affumicata
4 o 5 pomodorini secchi
1 uovo
timo fresco a piacere
una grattata di parmigiano
sale, pepe



Cuocere al vapore le patate ed il topinambur, pelati ed a pezzetti tranne due patatine, da lasciare intere. Ancora caldi, schiacciarli con una forchetta, tranne le due patate intere che vanno affettate.Disporre il composto schiacciato sul fondo di una teglia foderata di carta-forno, disporvi sopra un trito composto da scamorza, prosciutto, timo e pomodorini. Chiudere con uno strato di patate affettate messe ordinatamente, irrorare con l'uovo battuto ed una spolverata di parmigiano o anche del pecorino.
Infornare a 180 gr. ventilato per 25 minuti.





 

29 commenti

  1. me la segno subito, da me le patate sono un must, sempre! bellissima proposta Cinzia, brava davvero! Un bacione...

    RispondiElimina
  2. Interessante presentazione di un piatto ma "essenzialmente" di te.
    Mi piacete entrambi!

    RispondiElimina
  3. Per una che va matta per le patate come me è un piatto fantasticooooooooooo!!! :)

    RispondiElimina
  4. Cinzia questa ricetta è buonissima e per il tuo dilemma ..secoli e secoli di persone si porranno la domanda e noi cmq..cerchiamo di essere a volte e di non essere in altre ( una catalanata)
    ciao ♥

    RispondiElimina
  5. Ciao Cinzia, davvero un bel piatto ed una bellissima descrizione. Hai saputo dipingere bene, in due parole, l'idea della tua personalità così sfaccettata ma di fondo semplice.
    Gustoso il piatto, bella la foto... Una porzione calda, profumata e fumante, proprio ora mi ci vorrebbe! Un bacio e auguri di cuore per i contest (anche se per quello in Cocotte siamo concorrenti!)

    RispondiElimina
  6. davvero un bel post ed una bellissima ricetta! io sono e non sono ma penso un pò come tutti, ultimamente però sono sempre più spesso me stessa e questo mi piace :-) baci

    RispondiElimina
  7. Una bella rappresentazione di te in questa magnifica ricetta... complimenti Cinzia!!! Ciao

    RispondiElimina
  8. Certo che voi valligiani con le patate ci sapete proprio fare. Ho appena mangiato, ma un pò di spazio per una fetta di questo lo faccio di sicuro.
    Buona settimana, Kika

    RispondiElimina
  9. Questo è il problema!!! Complimenti per la ricettina!!!

    RispondiElimina
  10. Cara Cinzia, grazie di avere partecipato al mio contest e soprattutto con una ricetta così bella. Hai centrato perfettamente lo spirito dell'iniziativa.. inserisco subito la ricetta e... in bocca al lupo!
    Un bacio

    RispondiElimina
  11. Un sufflè buonissimo! brava !! Baci

    RispondiElimina
  12. Se mi aggiungo tra i tuoi follower, dici che il mio dietologo lo viene a sapere? Non posso non farlo: il tuo blog mi piace da impazzire
    Meg

    http://megarasfashionsketchbook.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. Ciao Cinzia è molto bello e curato questo tuo "angolo".
    Il Soufflé di patate è da provare. :)

    RispondiElimina
  14. ...che darei per assaggiarne ofra un pezzetto!

    RispondiElimina
  15. amo la cucina e mi piace anche il modo in cui parli delle ricette ... tutto così allegro, curato !! non posso non diventare tua follower

    RispondiElimina
  16. Dopo aver letto il tuo post mi sembra di conoscerti da sempre..e il tuo soufflé è stupendo, complimenti!

    RispondiElimina
  17. Cinzia, sai quelle persone che ..come leggi il profilo o i pareri, ti prende un'aria di familiarità, subito (nome a parte)? Ecco, quando ho letto il tuo profilo e il tuo blog ho detto..questa sono io. Lo trovo uno dei blog più interessanti tra quelli che ho visto ultimamente di cucina, così come le ricette ed anche le foto.
    Grazie del commento, a presto
    Cinzia

    RispondiElimina
  18. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  19. Ciao Cinzia ! Questo rustico e saporito soufflè è una coccola calda ! Bella la descrizione che fai di te, spero proprio che riusciremo a conoscerci !! ciao !

    RispondiElimina
  20. Approvo tutti i tuoi "aggiustamenti". Con il topinambur ormai siamo entrate in fissa e io, come te, lo sto mettendo ovunque; i pomodori secchi, i sapidi con il loro gusto deciso e una nota di colore;la scamorza batte la mozzarella uno a zero palla al centro e il timo la nota aromatica che non guasta mai...Ebbene questo soufflè s'ha da fare! Bravissima Un bacione

    RispondiElimina
  21. @Chiara, Barbara, Kika: ah, le patate..se non ci fossero chi potrebbe inventarle?!
    @Dana: penso che le sensazioni "così" tra le persone siano sempre reciproche ed e proprio questo il caso, sai? ciao! ;)
    @Stefania, Ely: io credo che la cucina è sia uno di quei posto dove, per eccellenza, si può "essere", intendo raggiungere quella parte di sé che sta dietro le facciate, in cucina ce lo possiam permettere, anzi è difficile mentire!
    @Sar@.. grazie!Io un po' ti copio, eh? ;)
    @Ornella: siccome ho scoperto che mi piace leggere negli altri blog qualcosa che mi faccia capire meglio chi lavora "dietro" ho voluto fare altrettanto, è bello leggere di te ad Atene, mi fa sognare ;)
    @Francesca, Fr@, Caterina: un soufflé semplice e veloce da fare, molto comfort-food, merita!
    @Meg, benvenuta! Ti offro una fettina virtuale eh? Ma nn dirlo al dietologo, ti raccomanto ;)
    @Silvia:Benvenuta anche a te, grazie! ora vengo a curiosarti un po'
    @Cinzia: è evidente che le cose son reciproche, ti piace pure Battiato, io lo amo!
    @Rossella, ci conto davvero!
    @camelia: molto interessante, vengo a vedervi, grazie!!
    @Ambra carissima: lo sballo sei tu!!!

    RispondiElimina
  22. @Saretta: grazie davvero, tu sei giovanissima e chissà che meraviglia di ricette tirerai fuori tra qualeche tempo, tra un'aggiustata e l'altra ;)

    RispondiElimina
  23. hahaha.. ma stavo scherzando! La mmia dieta è abbastanza elastica quindi gli proporrò il tuo irresistibile soufflè!

    Meg

    RispondiElimina
  24. Mi ritrovo molto in quello che hai scritto, anche se sento che il mio ripieno è ancora in piena evoluzione... tento di capire dove approdare ^_^

    Bella ricetta!

    RispondiElimina
  25. una bella ricetta senza dubbio. Il soufflè è sempre una ricetta fantastica!!

    RispondiElimina
  26. Adoro i sufflé...questa tua versione è chicchissima e invitante. Mi piace molto questo post...Bravissima!
    simo

    RispondiElimina
  27. buonissima ricetta, foto meravigliose, dilemma risolto....bravissima!
    un bacione

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig