Cheese cake ai lamponi per "unlamponelcuore"



Oggi è l'8 marzo e parlare delle donne e del valore della nostra presenza nella civilissima società odierna, diventa quasi scontato.
Invece voglio parlare di "altre" donne, donne che vivono a poche centinaia di chilometri da noi, in quella terra che "fu" Jugoslavia  e che nella seconda metà degli anni novanta ha toccato con mano gli orrori della guerra etnica. Termini come genocidio, pulizia etnica, campi profughi, hanno rivissuto in un periodo così vicino a noi e così dolorosamente simile a quell'altro -solo di cinquant'anni più lontano-, senza però scuotere le nostre coscienze più di tanto. Che pure siamo in quella civilissima Europa distante poche centinaia di chilometri da quei luoghi dove milizie dell'altra fazione uccidevano figli, fratelli, mariti e padri di quelle "donne"...
Quanto dolore, nelle memorie di quelle Anime, tutte.
E quanta forza possono ancora trovare, quelle Anime che decidono di rialzarsi insieme, di riprendere parte di una Terra, la loro, per bonificare attraverso il lavoro e la coltivazione, non solo il territorio geografico, ma anche quello, ben più profondo, fatto di legami, di sostegno e di aiuto, di solidarietà.
Queste donne, a Bratunac (vicino a Srebrenicza, in Bosnia Erzegovina) hanno dato vita, nel giugno 2003 alla Cooperativa Insieme, per aiutare e sostenere il rientro nelle loro terre ancora così profondamente devastate dalla guerra civile. Mira a riattivare un sistema di microeconomia basato sulla coltura dei lamponi e dei piccoli frutti, e punta sull'organizzazione del tessuto sociale in piccole cooperative, fondate sul reciproco aiuto e sostegno.

Nasce così, oggi, l'iniziativa in rete "unlamponelcuore"


Con questa iniziativa, i food blogger che aderiscono a "unlamponelcuore" intendono far conoscere il progetto "lamponi di pace" della Cooperativa Agricola Insieme (http://coop-insieme.com/),nata nel giugno del 2003 per favorire il ritorno a casa delle donne di Bratunac, dopo la deportazione successiva al massacro di Srebrenica, nel quale le truppe di Radko Mladic uccisero tutti i loro mariti e i loro figli maschi. Per aiutare e sostenere il rientro nelle loro terre devastate dalla guerra civile, dopo circa dieci anni di permanenza nei campi profughi, è nato questo progetto, mirato a riattivare un sistema di microeconomia basato sul recupero dell'antica coltura dei lamponi e sull'organizzazione delle famiglie in piccole cooperative, al fine di ricostruire la trama di un tessuto sociale fondato sull'aiuto reciproco, sul mutuo sostegno e sulla collaborazione di tutti. A distanza di oltre dieci anni dall'inaugurazione del progetto, il sogno di questa cooperativa è diventato una realtà viva e vitale, capace di vita autonoma e simbolo concreto della trasformazione della parola "ritorno" nella scelta del "restare".

Il mio personale contributo non poteva che essere dolce, ed anche semplice
una cheese cake ai lamponi
 

dosi per uno stampo da 22 cm.
 
per la base
200 gr. biscotti secchi e 100 gr. di burro sciolto
per la crema
400 gr. robiola, 200 gr. panna montata
50 gr. lamponi, 125 gr. yogurt bianco
12 gr. gelatina in fogli
100 gr. zucchero
per il topping
125 g. lamponi
100 gr. zucchero
1 foglio di gelatina da 5 gr.
panna per decorare
 
 
Sbruciolare i biscotti, chiudendoli in un sacchetto di carta e "passandoli" con un mattarello. In una ciotola, amalgamarli con il burro sciolto e distribuire questo composto "sbricioloso" sul fondo di una tortiera con cerniera apribile, rivestita di cartaforno. Quindi lasciare in frigo a riposare.

Mettere a bagno i fogli di gelatina in acqua FREDDA. In un pentolino, sciogliere lo zucchero ed i lamponi per il topping, riducendo a fuoco dolce il tutto in purea. Se non vi piacciono i semini, passate al colino il tutto e, mentre ancora tiepido, scioglietevi il foglio di gelatina strizzato.
Quindi preparate la crema: in una grande ciotola, setacciate la robiola, la panna montata e lo yogurt. Quindi unite i lamponi, che avrete  a parte- ridotto a purea sciacciandoli bene con una forchetta, scaldandoli a fuoco dolcissimo con lo zucchero; quindi scioglietevi anche qui la gelatina. Amalgamate questa poca purea alla crema bianca: la renderà lievemente rosata. Quindi distribuite questo composto sulla base di biscotti, livellate bene e procedete a distribuirvi la geleé di lamponi ormai raffreddata. Per semplicifare quest'ultima operazione, potete prima fare un passaggio in freezer della torta per solidificare un poco la crema e facilitare da distribuzione della geleé.
Si conserva in freezer e si consuma dopo un riposo di circa almeno mezz'ora a temperatura ambiente.
 
Qui, tutti i riferimenti per qualche informazione in più
pagina fb dedicata alle marmellate del Bratunac
https://www.facebook.com/pages/Marmellate-di-Bratunac/164523970241548
 
Tutte le informazioni sulla storia della cooperativa, sui criteri che ispirano le loro colture, sull'evoluzione del progetto sono qui http://coop-insieme.com/ nelle varie sezioni in cui è articolato il materiale.

Ecco dove si possono trovare i prodotti della Cooperativa Agricola Insieme: - sono distribuiti da Coop-Adriatica e NordEst quindi si trovano più facilmente nel Veneto, Friuli Venezia Giulia, parte dell'Emilia e della Lombardia al confine. I punti vendita che hanno in assortimento i prodotti partono dai 1000mq in su;
- sono distribuiti anche da Altromercato e dal commercio equosolidale e dal loro sito (altromercato.it) è possibile, tramite anche una richiesta via email, ottenere i punti vendita; 
- nel milanese vengono distribuito da MioBio (http://www.mio-bio.it/), un gas molto attivo;
- Rada Zarcovick, la responsabile della cooperativa, sta prendendo accordi con le Coop che si occupano dei punti vendita della Lombardia e della Toscana per poter distribuire anche in queste zone i loro prodotti.
Per quanto riguarda Coop Adriatica le confetture dei frutti della pace è in assortimento solo nel canale iper:
ADRIATICA BOLOGNA IPER BORGO
ADRIATICA BOLOGNA NOVA
ADRIATICA BOLOGNA LAME
ADRIATICA VENETO SAN DONA'
ADRIATICA VENETO SCHIO
ADRIATICA VENETO CONEGLIANO 
ADRIATICA VENETO VIGONZA
ADRIATICA ROMAGNA IMOLA
ADRIATICA ROMAGNA RIMINI
ADRIATICA ROMAGNA LUGO
ADRIATICA ROMAGNA FAENZA
ADRIATICA ROMAGNA RAVENNA
ADRIATICA MARCHE PESARO
ADRIATICA MARCHE CESANO
ADRIATICA ABRUZZO SAN BENEDETTO
ADRIATICA ABRUZZO CHIETI
ADRIATICA ABRUZZO ASCOLI

Per il momento queste sono le informazioni che abbiamo, per il resto mano a mano che avremo notizie lo aggiorneremo. Grazie a tutti 

11 commenti

  1. Cara Cinzia, uno splendido post come sempre, in cui ho ritrovato molto del mio sentire, che credo oggi sia comune a molte di noi.
    Il dolce è di una bellezza....lo farò presto, così semplice ma ricco di profumi.
    Ti abbraccio forte cara amica. Pat

    RispondiElimina
  2. Bellissimo post! Purtroppo non si può mai essere sicuri della civiltà, spesso crediamo di vivere in una civiltà superiore per poi scontrarci con atroci situazioni. Un abbraccio! Alice

    RispondiElimina
  3. Bella!!!!!!!!! Mi farebbe piacere se passassi da mio: http://golosedelizie.blogspot.it/
    ti aspetto ^_^

    RispondiElimina
  4. Un post e un dolce stupendi, adoro questo tripudio di lamponi che ha invaso l'etere!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Quand'e' che impareremo dai nostri errori? ....Grazie per aver voluto esserci Cinzia. Ti abbraccio forte e ti chiedo di scusarmi se mi faccio vedere cosi' raramente. E' sempre un gran piacere tornare a trovarti!

    RispondiElimina
  6. Tristemente vero quello che dici. Questo massacro non ha fatto tanto clamore. Un genocidio passato tristemente sotto tono, quasi inosservato. E la cosa mi sconvolge. Mi chiedo dove fossi anch'io allora. Cosa pensassi. Perché quelle notizie sono arrivate, hanno colpito nel segno e poi me le sono perse per strada. Questa cosa mi fa riflettere molto. Bisogna ritrovare il concetto di solidarietà. E unione.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. Grazie per averci fatto conoscere la situazione di queste donne e della loro terra, grazie per averci trasmesso la loro forza e il loro coraggio.... E grazie di questa splendida torta, un inno alla vita e alla rinascita completamente dedicato a queste donne, un bacione

    RispondiElimina
  8. Cara Cinzia, arrivo lentamente e con i miei soliti tempi, ma ci sono, sono stata felice di avere partecipato a questa iniziativa, di aver conosciuto queste donne e di aver potuto contribuire, nel mio piccolo a far conoscere la cooperativa.
    Quando la rete dà vita a movimenti di solidarietà trovo che funzioni sempre benissimo.

    Un abbraccio e complimenti per questo dolce che è semplicemente perfetto per me :)

    RispondiElimina
  9. una torta spettacolare per una iniziativa lodevole, dovremmo farle più spesso queste cose che creano uno spirito bellissimo e oltretutto fanno del bene

    RispondiElimina
  10. che spettacolo non ho parole sto vedendo delle ricette favolose me la segno complimneti

    RispondiElimina
  11. che bellezza questa cheesecake...è stato bello partecipare tutte quante come una grande famiglia! felice di aver preso parte a questa bellissima iniziativa!

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig