Elogio alla Bellezza della Semplicità

Semplicità.
Cosa c'è di più semplice, rustico e buono di un pane fatto con le proprie mani, che profuma tutta la casa mentre cuoce, che già di per sé rappresenta la base per un pasto completo, solo accostandolo a poche semplici cose che la natura ci regala già perfette così come sono, le olive, le cipolle, i pomodori, gli aromi,  l'uva... ingredienti semplici, dai sapori importanti, ingredienti che il sapiente lavoro dell'uomo ha valorizzato fino a trasformarli in olio, vino, conserve.
Invitiamo amici a cena e prepariamo un aperitivo con delle "semplici" bruschette: pane, pomodoro, olive, cipolla, acciughe, tonno, origano, olio.. 
In questa semplicità solo apparente si trova tutto il valore dell'Uomo, che con la Volontà del lavoro e con l'Amore per la terra, può trasformare le cose più semplici in capolavori.

elogio alla Bellezza della SEMPLICITA'

E la bellezza E' nelle cose Semplici; un buon pane fatto in casa, magari in un pomeriggio piovoso e con l'aiuto dei bambini. Una passeggiata nel bosco, a raccogliere le fragoline e mangiarle tutte prima di arrivare a casa a farme la marmellata.

Pane con Lievito in coltura liquida e marmellata di fragole allo zenzero

Ma la Semplicità deve arrivare ad essere consapevole dell'Essenza delle cose, altrimenti diventa banalità.
E per arrivare ad essere consapevoli, ci vuole un lavoro, fatto con Volontà e Amore.
Nella vita è un obiettivo da perseguire, è la capacità di lasciare perdere gli orpelli e i ghirigori che le mode, il così-fan-tutti ed i media ci mostrano come indispensabili. E' la volontà di andare Oltre quel che gli occhi vedono, che pure può essere bello in sé, per arrivare al Cuore, trovare il valore intrinseco, Essenziale, dentro cui sta la bellezza...
Non solo sulla tavola, me nella qualità della nostra Vita, tutta, ritroveremo allora il risultato di queste alchimie...


34 commenti

  1. Alchimie hai detto bene cara Cinzia ! la generosità della terra, l'operosità dell'uomo, la cura e l'attenzione fanno miracoli !!! Che amore che c'è nei tuoi piatti ! Ma la ricetta di quel pane così invitante ce la dai ?? Un abbraccione !!!

    RispondiElimina
  2. che bontà! anche io ho preparato pane questi giorni e riesco ancora sentire il profumo.. buon weekend, Dessi

    RispondiElimina
  3. Eh... il pane fatto in casa! Tutta un'altra cosa... hai proprio ragione.
    Un bacione e buon w-e!

    RispondiElimina
  4. oh quanto verrei a mangiare una di quelle bruschette!

    RispondiElimina
  5. che bello questo post.... e questo pane è fantastico!!!! un bruschetta così è oro puro!!!!! un bacione

    RispondiElimina
  6. Queste bruschette, così come le fette con la marmellata, non sono semplicemente belle e, immagino, buone... sono una vera poesia!

    RispondiElimina
  7. Il pane fatto in caso profuma di ricordi oltre che di semplicità.
    La marmellata di fragole allo zenzero deve essere particoalre.

    RispondiElimina
  8. Che bello questo post! Porfondo, emotivo...e non potevo trovarmi più da'accordo che così con te! Condivido tutto ciò che hai scritto...a volte le cose più semplici sono anche le più belle se fatte con tanto amore!

    RispondiElimina
  9. ciao Cinzia... hai già detto tutto tu! Io non posso che sottoscrivere in pieno. Proprio in questi giorni una delle mie letture è un libro di Simonetta Agnello Hornby: Un filo d'olio. Descrive la sua infanzia, con le estati passate nel podere di famiglia tra profumi di pane, olio, cibi saporiti ma semplici, ottenuti con i frutti della terra. Ecco, le sue parole, che sono anche le mie, sono per un inno al pane caldo, appena sfornato ed intinto in olio e.v., quello siciliano profumato e gustoso: Non ho mai mangiato niente di più buono che quel pane e olio...

    RispondiElimina
  10. è vero cara, ogni tanto è bello ricordare la car vecchia e il pane con la marmellata buona e genuina!!! elogio alle cose vere!!! buon week end carissima :)

    RispondiElimina
  11. Ciao Cinzia, che belle le tue parole, semplici e delicate, ma di una forza incredibile, quella forza che viene da una consapevolezza e da una ricerca profonda dell'essenza (non a caso) delle cose, al di là della patina superficiale di ciò che abbiamo intorno ogni giorno. E una ricerca che parte sempre dai gesti più antichi, che nessun progresso o moda può scalfire, quali il veder crescere i propri figli o il buon profumo del pane appena sfornato. La vera semplicità non si estinguerà mai, di questo sono sicura! Grazie per le tue belle parole e per le foto! Buona domenica e a presto!

    RispondiElimina
  12. ...vero... la forza della semplicita'... grazie di aver condiviso con noi i tuoi pensieri "semplici"...

    RispondiElimina
  13. Aggiungo solo GRAZIE..per queste parole, per questo post che mi ha regalato un carico d'emozione, per aver condiviso con noi le tue riflessioni...GRAZIE ^__^ Un abbraccio, buona domenica

    RispondiElimina
  14. Parole che mi arrivano dirette al cuore, oltre che ovviamente al palato.... per tanti anni mio padre mi ha fatto delle gran fette di pane casalingo, con pomodoro, olio e origano.... se chiudo gli occhi me le sento ancora in bocca :)

    RispondiElimina
  15. ciao Cinzia hai ragione le cose semplici son sempre le migliori, poche cose ma buone, fatte in casa diventano speciali, ricette uniche, ricordi indelebili che ci accompagnano nel tempo,complimenti bacioni rosa a presto buona domenica.)

    RispondiElimina
  16. Cinzia, anche io la penso così, la semplicità deve arrivare all'essenza delle cose, alla comprensione della loro intima natura, così come per le azioni, le parole i pensieri. Bisogna fare spazio, spazio mentale e cominciare a togliere un po' di cose in più accumulate nella...giovinezza (sigh), e che magari sono servite: strutture mentali, comportamenti automatici per inserirsi socialmente, mode, etc etc...
    Peccato che tutte queste perle di saggezza si manifestino sempre..un po' avanti negli anni ma..meglio tardi che mai! .-!
    Per me, pane, olio e aglio sono tra le cose migliori..insieme alla focaccia

    RispondiElimina
  17. "un pane fatto con le proprie mani"... non l'ho mai preparato, mi dedico sempre ad altre ricette, ma condivido totalmente il tuo pensiero e prima o poi ci proverò. Buona serata Liz

    RispondiElimina
  18. @Dessi, Fra, Kika, Ely, Framm, Liz: farò un post su questo pane, con un lievito particolare e che merita davvero attenzione, grazie per i vostri apprezzamenti!
    @Claudia, Fausta, Luciana, Letizia, Rosa: lo dico sempre anche ai miei bambini che quando un piatto lo si cucina con amore, quell'ingrediente così speciale che non si può comprare, mangiarlo dà infinitamente di più che il solo togliere la fame ;)
    grazie!

    RispondiElimina
  19. @Sara, Vale, Federica, Cinzia: grazie di aver sentito tra le righe il mio sentire. E' dal lavoro delle mani dell'uomo sulla terra e sui suoi frutti, che parte poi il Lavoro più sottile, quello su sé stessi, su come e perché coltiviamo i nostri legami... e la Semplicità è un ritorno al punto di partenza, ma arricchiti dal "viaggio"
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  20. Ciao Cinzia
    bravissima come sempre per quel che dici, come lo dici, per le foto, le ricette...che bello sapere che siamo amiche!
    Un bacio

    RispondiElimina
  21. Il pane fatto in casa è proprio una soddisfazione! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  22. ciao Cinzia stamattina ho comprato la marmellata di sambuco,non l'avevo mai assaggiata ha dei piccoli granini, tra te e rossella mi avevate fatto venire la voglia, fatta anche questa, chissa' cosa scopriro' ancora frequentandovi, ciao grazie buon inizio settimana rosa.)

    RispondiElimina
  23. quelle bruschette me le mangio con gli occhi!

    RispondiElimina
  24. ciao Cinzia, un buongiorno prima di scappare a vedere i primi mobili (finalmente) montati (ma per il trasloco vero e proprio ci vorranno ancora una ventina di giorni).
    Se ti capiterà di prendere qualcosa della Hornby ti consiglio La mennulara, romanzo d'esordio, per me il più bello.
    Un bacio

    RispondiElimina
  25. La semplicità di queste preparazioni raccontano molto di te... Un abbraccio essenziale alla bellezza di questi post

    RispondiElimina
  26. Semplicemente meraviglioso questo post e quelle bruschette. Con semplici "tocchi" si può arrivare all'essenza.

    RispondiElimina
  27. che delizia... dei bellisssimi stuzzichini estivi da accompagnare a un bel bicchiere di vino.... evviva l'Estate! Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  28. Non posso che darti tuta la ragione del mondo! E viva la semplicità e la genuinità! Se soltanto l'uomo imparasse a vivere più d'accordo con la terra... e con i suoi simili...

    Ma una fetta di questo pane, magari con dell'olio del quale parli, c'è ancora, che passo!?

    Besos

    RispondiElimina
  29. Bellissimo post Cinzia, sono le cose semplici che arrivano dritte al cuore! Un abbraccio

    RispondiElimina
  30. già dimenticavo che lavori nel campo...
    Mobili montati e molto soddisfatta! Però guarda tu che ore abbiamo fatto... non per colpa dei mobilieri, ma c'è un piccolo giallo (sparizione di alcuni libri che avevamo traslocato. Come abbia fatto ad accorgersi, mio marito, che tra le centinaia di libri già traslocati mancava un sacchetto non si sa, fatto sta che per i suoi libri ha una memoria fotografica).
    Speriamo "ricompaiano" dopo che saranno stati avvisati tutti quelli che bazzicano lì dentro...
    Un bacione e buona serata

    RispondiElimina
  31. Un post davvero semplice e genuino come te!!! Ottime le bruschettine con quel pane meraviglioso e profumato...un bacione e buona giornata!!

    RispondiElimina
  32. Come è bello questo post Cinzia condivido il tuo pensiero, ciao

    RispondiElimina
  33. Hai ragione da vendere, e le tue foto bellissime mi fan quasi sentire il profumo attraverso lo schermo!!! complimenti davvero!

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig