Sorgo speziato con ras-el-hanout e verdure agrodolci


Sono giorni convulsi e pieni di cose ancora da fare e da preparare per il Natale, che ormai è davvero alle porte e io sono in affanno, con l'acqua alla gola per gli ultimi acquisti. Però ho fatto una scoperta troppo forte: qualche settimana fa ho visto la mia collega che, in pausa pranzo, andava sul sito di Iper per prenotare la spesa on line. Una cosa fantastica...
Meravigliata, sono rimasta a vedere la rapidità con cui cercava -e trovava- i prodotti della sua lista, scegliendoli proprio come fosse lì davanti allo scaffale, (leggendo perfino le etichette!) e infine selezionandoli per il suo carrello. Una volta esaurita la lista, ecco che con pochi click chiudeva gli acquisti e selezionava il punto vendita presso cui passare a ritirare la spesa. Con molta semplicità, nel parcheggio dell'Iper è allestito un apposito stand presso cui la spesa viene resa ritirabile nel giro di poche ore, perfettamente imbustata e pronta da caricare... Non male come sistema di sopravvivenza! Avete presente il tempo per trovare un pargheggio all'Iper di Seriate in questi giorni? E le code alle casse? Per non parlare del caos di carrelli tra gli scaffali e del rischio di riempirsi di cose non sempre indispensabili. Per non dire della fatica di fare le buste per il trasporto in auto.
Insomma, devo ammettere che scoprire un sistema così semplice, rapido e comodo per semplificare la vita di chi è sempre di corsa come me, è stata una grande soddisfazione.

Ma non è tutto. E' possibile attivare una carta vantaggi speciale e dedicata, scegliendola tra ben sette tipologie disponibili, contraddistinte da colori differenti. Io ho scelto la Carta Vantaggi Più Gialla, che mi permette di accumulare punti spesa acquistando i miei prodotti nel settore bio, tra prodotti naturali e a marchio Iper e iNaturale, per una corretta e salutare alimentazione. Come ormai molti di voi sanno, amo i gusti esotici e le spezie particolari. Nessuna meraviglia, quindi, se mi sono sentita al settimo cielo quando proprio qui ho trovato spezie che da tempo sentivo nominare, ma che non avevo mai visto in vendita! Felice come una bimba, ho fatto man bassa di prodotti per me speciali e tutti da provare.

In questa ricetta ho usato un composto particolarissimo, dalle sfumature molto intense. Si tratta del ras-el-hanout, mix di spezie di provenienza marocchina, normalmente usato per insaporire carni di agnello, di manzo e di pollo. Io invece ho preferito pensare di insaporire il sorgo, un cereale inusuale e poso usato, ma di grande profilo nutrizionale. Il piatto che ne è nato potrebbe essere un'alternativa leggerissima da preparare anche durante queste feste, che per la nostra bilancia non saranno propriamente una passeggiata... Vero? E allora, un piatto di sorgo speziato con verdure agrodolci, potrà essere un diversivo piacevole e molto naturale!



Sorgo speziato con verdure agrodolci

Per il sorgo
250 g sorgo decorticato biologico
Sale
Olio extravergine d'oliva
2 cucchiai di Ras El Hanout Il viaggiator goloso

Mettere a bagno il sorgo in acqua fresca e pulita, per almeno una notte.
Per la cottura, trasferite il sorgo in una pentola, con abbondante acqua fresca, salate e portate a cottura a bollore poi abbassate, a fuoco medio basso. Potrebbero servire circa 20 min., ma occorre sorvegliare provando ogni tanto la consistenza del cereale, perché è difficile stabilirne il punto di cottura corretto. Deve rimanere abbastanza al dente, ma non troppo morbido.

Scolare e disporre il sorgo in un'ampia teglia di ceramica, perché possa disperdere il calore senza appicciarsi, quindi mettere da parte. In una casseruola tipo saltapasta, scaldare qualche cucchiaio d'olio extra vergine. Aggiungere all'olio ben caldo il ras-el-hanout e soffriggere leggermente. Con il calore si sprigioneranno i meravigliosi e complessi aromi di questo composto. Aggiungere il sorgo tenuto da parte e far saltare nell'olio speziato, in modo da insaporire bene il cereale.
Servire il sorgo accostandolo alle verdure, con qualche cucchiaio del loro intingolo. Oppure, se se lo si preferisce, disporre il cereale in una teglia di ceramica adatta al servizio, distribuendovi sopra le verdure con un po' dell'intingolo di cottura.

Per le verdure agrodolci
1 kg. circa di verdure miste. Qui ci sono:
3 carote, 1 cipolla rossa, 1 peperone rosso e 1 giallo,
1/2 cavolfiore
1 bicchiere di vino bianco
1 bicchiere d'olio extravergine d'oliva
1 bicchiere di aceto di mele
1 cucchiaino sale
1 cucchiaio zucchero

Pulire e tagliare le verdure: le rape a tocchetti, le carote a disco, la cipolla a rondelle, i peperoni a quadrati.

Porre il tutto in una capace pentola, aggiungere sale, olio, aceto, e zucchero. Coprire e accendere il fuoco. Lascir andare fino a quando inizia a sobbollire; quindi abbassare il fuoco e lasciar andare ancora per 10 minuti esatti. Poi spegnere e lasciar riposare coperto, fino a che sarà tiepido. Trasferire poi in una terrina con il sorgo.


Questo piatto è ottimo caldo in questa stagione, ma senza alcun dubbio, potrà essere un cavallo di battaglia anche in estate servito tiepido, come fosse un'insalata di riso o un cus cus. Infatti anche per le stesse verdure in agrodolce potranno essere utilizzati altri ortaggi tipicamente estivi, come le zucchine ed i fagiolini.

#adv

Nessun commento

Posta un commento

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig