Caponata di melanzane: per un Giro in Sicilia


Un piatto squisitamente siciliano, preparato per l'occasione di festeggiare il 100° anniversario dei Giro d'Italia, che ieri e oggi è di casa in Sicilia.
L'AIFB, Associazione Italiana Food Blogger accompagna in questi giorni, in maniera virtuale, il Giro d'Italia, che è partito il 5 maggio da Olbia in Sardegna e che nelle prossime settimane risalirà la penisola, fino alle Alpi, per concludersi il 28 maggio a Milano. Il Giro d'Italia è ormai un'icona nella storia del ciclismo italiano, volevamo a tutti i costi esserci, perché anche noi, a nostro modo con il nostro Gran Tour d'Italia stiamo facendo un "giro". Il nostro obiettivo è sempre quello di valorizzare le tradizioni gastronomiche e le preziosità italiane e lo faremo in questo modo, "pedalando" in cucina, fianco a fianco con le tappe che, di giorno in giorno, toccheranno regioni e territori ricchi di tradizioni gastronomiche.

Per rendere onore alle terre siciliane oggetto delle ultime due tappe, nella mia cucina troviamo una fresca caponata di melanzane, interpretata con un tocco in più, che vede l'aggiunta di mandorle tostate e di qualche goccia di riduzione di aceto balsamico al miele.
La caponata di melanzane è un piatto davvero mediterraneo, la sua bontà risiede nella ricchezza dei sapori delle verdure estive che maturano al caldo sole di Sicilia. Sarà perfetta per un antipasto, servita in ciotole con del pane tostato. Ma anche come piatto portante, in dosi maggiori, potrà soddisfare gli appetiti di tutti!


Caponata di melanzane
dosi per 6 secondi
oppure per 12 antipasti
tempo di preparazione: 1/2 ora

2 grosse melanzane viola
2 gambi di sedano
600 gr. di passata di pomodoro
180 gr. olive denocciolate (io verdi)
50 gr. capperi sottosale
basilico
sale
una manciata di mandorle tostate
riduzione di aceto balsamico al miele
pane rustico a fette

Tagliare le melanzane a dadi e metterle a bagno in acqua fredda e ben salata, per circa mezz'ora.
Preparare la salsa di pomodoro: in una pentola molto capiente, scaldare dell'olio e far saltare il sedano tagliato a piccoli cubetti, aggiungere le olive ed i capperi leggermente lavati dal sale, cuocere pochi minuti. Aggiungere la passata di pomodoro e lasciar ridurre per non più di dieci minuti a fuoco basso. Regolare di sale e lasciare intiepidire, completando con qualche fogliolina di basilico.
Nel frattempo scaldare bene l'olio. Asciugare le melanzane dall'acqua salata e procedere a friggerle, in olio ben caldo. Scolare e lasciare riposare su carta assorbente. Infine, aggiungere anche quest'ultime al composto di salsa con le olive e capperi, completando con una spolverata di mandorle tostate

Al momento di servire la caponata, tostare del pane casereccio, che nel mio caso ho preparato ieri in giornata con farina integrale ed aggiunta di impasto di pane, che avevo congelato alcune settimane fa per mancanza di tempo a cuocerlo..
Le fette di pane le ho passate passate DUE-minuti -DUE- al grill caldo e le ho servite con la caponata tiepida, aggiungendo la riduzione di aceto balsamico al miele, che ciascuno può dosare a piacimento. Il suo gusto, insieme alle mandorle è qualcosa di fantastico.

La riduzione di aceto balsamico al miele si prepara ponendo in un pentolino circa 200 ml. di buon aceto balsamico e 2 bei cucchiai di miele. A fuoco dolcissimo lasciar cuocere fino a ridurre di circa la metà: a quel punto avrà anche la consistenza del caramello. Si conserva in barattolo di vetro chiuso, in frigo, per parecchio tempo... anche mesi. Io l'ho usata su risotti, insalate con carne e verdure, sulla cheesecake alle fragole!


2 commenti

  1. Certamente un bellissimo giro ed una proposta deliziosa!!!

    RispondiElimina
  2. Pensa che quando sono stata in Sicilia non sono nemmeno riuscita ad assaggiarlo! Non mi resta che seguire la tua ricetta e riprodurmelo in casa ^_^
    Grazie Cinzia e felice serata <3

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig