Foodies and friends... and Mari's cupcake


Da quando ho il blog ho fatto moltissime nuove amicizie. Ho "incontrato virtualmente" molte persone, con le quali accade a volte che scatti qualcosa di singolare, una sorta di empatia, un'intesa che scorre su uno strano ed invisibile filo, che lega i nostri pensieri in un modo molto particolare: mi sembra a volte, leggendo alcuni scritti, di sentire talmente bene lo stato d'animo di chi sta scrivendo, per cui non mi posso trattenere dal commentare in maniera personale, dicendo magari cose che mi toccano direttamente, solo per condividere quel momento e perché mi fa piacere dire all'altra persona che mi pare d'averla compresa, che anche se le parole non avevano una voce, c'era qualcuno che le ascoltava.
Accade quindi che, dall'altra parte del filo, ci sia una reciprocità di pensieri e sensazioni grazie alla quale "si accende" una simpatia speciale.
Forse si tratta del fatto di condividere questa passione che è la cucina ed insieme, anche vivere la stessa maniera di esprimerla, non saprei, sta di fatto che pian piano la mia rete di "collegamenti empatici" si è allargata e le persone che includo, pur rimanendo un piccolo numero, sono per me molte. Alcune le ho conosciute, ma non tutte.. Con l'occasione del nuovo anno non mancherò di esprimere un desiderio per incontrare chi ancora non ha per me un viso, ma un cuore speciale, vero Enrica?
Non sono mai stata bravissima a tessere lodi personali, ma quando Roberta del blog "il senso gusto" ha aperto il suo contest, avevo un certo imbarazzo a scegliere, lo confesso... Lei stessa è una blogger con la quale è scattata la cosiddetta alchimia: abbiamo argomenti e passioni che uniscono i nostri interessi al di là dell'amore per la buona cucina e la bella fotografia, eh Robi?

Ma sono qui perché voglio partecipare al suo contest, dove la regola ferrea impone che si parli del motivo che ci porta scegliere la nostra Blog-Friend. Per me, lei è Marinella del blog Chat a poche.
E quale sarà stato il motivo che mi ha spinto a sceglierla? Ci devo pensare.. (?!?! ma nooo!) e lo devo scrivere.. (pure!)
Ecco: l'ho incontrata nella blog-sfera solo dopo che lei aveva commentato una mia ricetta e, facendo un giro sul suo blog, ho scoperto che avevamo un bel pezzetto di vita in comune, ovvero: un Vile fidanzato nell'armadio. 
"Vile" è il nick-name dato da Marinella al suo ex, una bella personcina con cui lei ha fatto un "tot" di anni, salvo poi scoprire che... vi lascio leggere i risvolti della storia (penosi ed anche esilaranti allo stesso tempo).
Mi permetto di usare il termine "esilarante" perché è proprio grazie alla sua volontà di tirarsi fuori dal crollo della sua storia, che ha aperto il blog. Quindi bisogna ringraziarlo, il Vile, per avercela consegnata su un piatto d'argento. 
Il regalo più bello, dunque è di averla potuta incontrare, non solo virtualmente, ma personalmente. Lavora nelle vicinanze del mio paesello quindi combinare per un paio di cene è stato facilissimo.
Marinella è una donna molto forte, che sa vivere i suoi momenti di fragilità con un umorismo unico: ha una capacità particolare, direi unica, di leggere la vita che le ruota intorno trovando il modo di sdrammatizzarla; riesce a creare delle immagini usando le parole in maniera talmente ironica e travolgente... che sa farmi sorridere anche quando sento che dietro al suo racconto c'è un momento di abissale tristezza. E' riuscita a fare di necessità virtù, tirando fuori la parte migliore di sé ed esprimendola tra le righe e le ricette del suo blog: una vera chicca, un toccasana per l'umore.
Mi sento legata a lei per questo filo, perché anch'io ho scoperto la parte migliore di me dopo il crollo della storia con un fidanzato della stessa specie. Si tratta di una trama lieve ma forte, che me la fa sentire quasi una sorellina minore, a volte la prendi per mano con tenerezza e l'ascolti raccontarti tutto per farti ridere tranne quello che davvero, dentro, le sta facendo male.
Ora però sento che sta bene, è impegnatissima... forse anche questo è uno dei modi che noi donne abbiamo per non ascoltare una vocina. Facciamo un po' di rumore, invitiamo amici, accendiamo il forno e... chiacchierando stappiamo un buon brut. Vero Mari? ;)
Le sue ricette mi piacciono perché sono un mix tra il desiderio di comfort e la voglia di etnico o a volte anche di mondano... penso sia la risulta del mix nel suo DNA milan(pugli)ese. Da lei possiamo trovare il ragù della mamma come l'aperitivo in terrazza, oppure il bento in stile giapponese con le faccine di hello kitty!
Io, per il contest ho scovato questi bellissimi cupcake, che lei ha confezionato in maniera fantastica ed io invece ho solo potuto "imitare" un poco.

Cupcake salati al salmone


Ingredienti
(io però ho dimezzato tutto)

500 gr di farina manitoba
1 cubetto di lievito di birra
1 uovo intero
50 gr di olio di oliva
250 gr di latte
10 gr di sale
30 gr di zucchero

per la farcitura
avendo fatto mezza dose di impasto
per farcire ho usato:
30 gr. burro morbido
150 gr. salmone affumicato
1/2 cucchiaino di semi di finocchio, ben pestati
 
Sciogliere il lievito nel latte appena intiepidito. Mettere la farina nell’impastatrice, aggiungere lievito e latte, l’uovo, l’olio e lo zucchero. Impastare qualche secondo e poi aggiungere il sale. Impastare ancora per 3/4 minuti, poi prendere la pasta e lasciarla lievitare per circa 2 ore. 
Nel frattempo tritare il salmone, nel mixer o con una mezzaluna ed amalgamarlo con il burro morbido ed i semi di finocchio ben tritati e pestati. Otterrete una cremina.
Stendere la pasta in una sfoglia rettangolare di circa 5 mm, farcirla con la crema al salmone, stendendola bene con un coltello a lama piatta e lunga oppure con una spatola. Arrotolare la pasta prendendo l’estremità lunga e ripiegandola su se stessa. Con un coltello tagliare il rotolo ottenuto a fette di circa 2 cm e adagiarle dentro pirottini da muffin, facendo in modo di spingerne il centro verso l’alto, affinchè fuoriesca un poco e lievitando in cottura possa poi assumere la forma della ‘montagnetta’. Lasciar lievitare per altri 30 minuti e poi infornare a 180° per 30 minuti circa. Servire le tortine tiepide o anche fredde, come aperitivo, accompagnando con un bel calice di prosecco.

Mando dunque questa ricetta a Roberta del blog "il senso gusto" per il suo contest Foodfriend


 dedicando con tanto affetto questo post a Marinella del blog Chat a poche

29 commenti

  1. davvero natalizi questi cupcakes al salmone!! e in bocca al lupo per il contest ;)

    RispondiElimina
  2. Bellissimi da vedere e senz'altro super buoni!!!
    Mi piacciono molto da presentare come antipasto, grazie per l'idea, ciao a presto ^_^

    RispondiElimina
  3. E' vero con alcune amiche virtuali scatta quel meccanismo, quella sintonia che ci fa sentire quel qualcosa in più ed è bello poterlo scrivere perchè no? Questi cupcake salati sono divini sia da te che da lei! Un bacione

    RispondiElimina
  4. Marinella ha la capacità di farti sorridere sempre, anche quando parla di cose non tanto leggere, è una cosa bellissima e la vostra amicizia è splendida! :)cupcakes bellissimi :*

    RispondiElimina
  5. mamma che bella questa ricetta...te la copierò sicuramente!
    bacione

    RispondiElimina
  6. Ma che bello....il tuo legame con Marinella é molto toccante....Davvero...e il tuo modo di descriverlo esprime un'emozione unica....
    È vero: noi donne il piú delle volte esprimiamo il meglio e tiriamo fuori l'impossibile per non finire al tappeto......
    Questi dolcini sono stupendi!!!!
    Bacioni Cinzia e buon w-e!

    RispondiElimina
  7. E io grazie a questo gioco, l'ho conosciuta pure! Grazie :*

    RispondiElimina
  8. facciamo rumore... bellissima descrizione in due parole c'è tanto dell'universo femminile, hai avuto grazia ed eleganza come al solito nel rappresentare un legame dolce e ironico allo stesso tempo, quelle affinità che solo noi donne sappiamo cogliere come un lumicino nel buio abissale! grazie per avermela fatta conoscere! un bacio mony

    RispondiElimina
  9. La conosco anche io, solo nel suo blog però! Mi piacciono sempre i suoi e le sue ricette superraffinate! Brave a tutte e due e in bocca al lupo :)

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Vero, anno nuovo...
    Anche io conosco Marinella e oggi la conosco meglio grazie alla tua scelta, è mi piace un sacco!
    Buon fine settimana a tutti.
    E.

    RispondiElimina
  12. Questa vale doppio: sul filo di lana una cupacake della mitica Chat à poche!
    E cosa voglio di più dalla vita??! :-)
    un abbraccio mia cara Cinzia e evviva il filo di intesa che ci unisce :-)
    Bacioniiiiiiiiii

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia questi cupcake salati, cara.. e che belle le parole che dedichi alla tua amica.. sei preziosa e insieme ancora di più. Ti abbraccio fortissimo, un bacione!

    RispondiElimina
  14. @per tutte quante, mie carissime ragazze, GRAZIE! Anche da parte di Mary, ovviamente ;) un grande abbraccio... un po' nevoso, sapete?

    RispondiElimina
  15. Conosco (virtualmente) Marinella e mi è piaciuta fin da subito, tanto. Così come mi piaci tu e mi piace questa bellissima amicizia... mi sono emozionata leggendoti, si percepisce un sentimento puro e sincero molto raro al giorno d'oggi... sono felice per voi :) A quanto pare il passato di noi donne è sempre occupato da qualche Vile, eh? E vabbè... ringraziamo davvero il Vile di Mari per avercela regalata ;) Ottimi questi cupcakes, invitantissimi! :) Vi abbraccio, entrambe! :) Bacioni e buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  16. Ciao Cinzia, bello questo post, proprio uno dei tuoi... bacione buona festa

    RispondiElimina
  17. ciao Cinzia, quel contest ha incuriosito anche te... non è stato divertente partecipare? Sono andata a dare un'occhiata ai blog che hai segnalato... non li conoscevo ancora; è proprio vero che i tuoi elogi sono sempre una garanzia!
    Che belli questi cupcakes! Un'idea "appetizer" per le prossime feste (e non solo...).
    Tutto tace ... ma ormai il clima pre-festivo credo che investa un po' tutti.
    Aspetto con curiosità il tuo laborioso panbrioche; i lievitati, che passione! :))

    RispondiElimina
  18. Sfiziosissimi questi cupcakes al salmone, un'ottima idea per Natale!!
    Bravissima!!
    Un bacione e buona domenica
    Carmen

    RispondiElimina
  19. Ciao Cinzia! Mi piace molto il tuo blog, le tue ricette ed anche le tue parole! Mi iscrivo subito.

    stefaniaskitchen

    RispondiElimina
  20. Guarda come ci ha appassionato il contest di Roberta... Marinella la conosco, e come te apprezzo molto il suo blog e la sua ironia sapiente :)
    Un abbraccio Cinzia bella e buona settimana

    RispondiElimina
  21. Eccezionali direi!!! Appena ho un attimo scriverò sotto il post, dove si trova quella chiesetta...spero già oggi!
    Ciaooooo!
    Cinzia

    RispondiElimina
  22. Mi perdo sempre nelle tue ricette (e nelle tue foto) così piene di cura e ricche di sapori, è sempre un piacere passare da te ! un abbraccione !

    RispondiElimina
  23. originale questi cupcakes salati...
    ciao ciao claudette

    RispondiElimina
  24. Anche se amo leggere i blog, lo faccio sempre di meno ultimamente per mancanza di tempo e moltissimi non li conosco, per cui ben vengano le tue segnalazioni :D

    RispondiElimina
  25. Cinzia, non so come ringraziarti. Dovrei riflettere a lungo sul modo di rispondere a parole come le tue. Adoro che tu mi abbia definita forte, forse perchè, nonostante il tentativo di trovare il lato divertente della vita, non mi ci sento quasi mai, forte. Direi piuttosto indecisa, polemica, pretenziosa. Mi fa così piacere che tu veda in me delle cose positive, nonostante i miei mille difetti. E' rincuorante, più che stare ai fornelli (e tu sai che è l'unica cosa, insieme ad un Berlucchino, ovviamente, che mi faccia stare davvero bene nei periodi bui, bui). Inutile che condivida qui i miei pensieri, perchè riuscirei solo a dire goffamente che ricambio i tuoi in toto. Avrei mille cose da raccontarti, invece, e vorrei farlo con la calma di una candela e cenetta davanti a noi, oppure con il fumo di un thè rovente nelle narici (oh, ma si crepa di freddo oggi e la mia capa non vuole che si mettano gli stivali col pelo in ufficio... pensa te :) Direi che la prima cosa sarà quella di telefonarti e spiegarti perchè questo commento ha tardato, per poi organizzare l'incontro rilassante, sopra citato. Nel frattempo cosa posso fare se non abbracciarti forte, forte, forte?

    RispondiElimina
  26. Ps: ehi! Non avevo ancora letto tutti i commenti. Adesso sono definitivamente commossa (ancora in ufficio, i lupi fuori e il trucco sciolto). Grazie a tutte ragazze: Marina, Valentina, Ileana, Giuli, Enrica, Roberta!

    RispondiElimina
  27. io ho impastato, sarà l'antipasto di domani!!!

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig