Risotto al profumo di fiori di Sambuco e limone



Amo i mesi di maggio e giugno, principalmete per due cose: per la luce che hanno le giornate, che a volte sono così luminose e per la natura che fiorisce.
In ogni posto dove vanno gli occhi, si possono vedere meravigliosi fiori a regalarci la loro bellezza. Io li amo tutti, non ce n'è uno che non mi attragga, dalle meravigliose rose e peonie dei giardini più eleganti,  fino ai più umili fiorellini di  prato, ai bordi della strada... li amo senza distinzione, proprio perché secondo me sono un  un Dono della Natura per gli occhi. E non solo!
Domenica è stata piuttosto piovosa, ma nel pomeriggio le nuvole si sono fermate: pur non lasciando campo libero al cielo azzurro, hanno concesso una tregua "asciutta".
Così, con i bambini, ci siamo fiondati in pista ciclabile. La nostra ciclovia collega molti dei paesi della media Valle Seriana, costeggiando in più punti il fiume e, devo dire, rivela scorci di natura veramente insospettabili. Il ripopolamento della flora tramite un'attento lavoro, insieme alla bonifica degli argini del fiume, ha originato nuovi spazi dove prima avevamo solo tanto disordine, rovi ammucchiati e cespugli pericolosi per i momenti di piena.
E' così che ho visto tantissime rose canine, fiori di acacia, la silene, la menta selvatica, i papaveri... e una montagna di fiori sambuco.
Manco a dirlo, il bottino della gita è stato un bel mazzo con una decina di ombrellini di questi fiori dal profumo pungente e selvatico, dato che volevo fare anche quest'anno il succo di fiori di sambuco.
Poiché ricordavo male le dosi, mi sono trovata con una quantità spropositata di infusione di limone e fiori... che farne, buttarlo? Nooo!

Risotto al profumo di fiori di sambuco e limone

per due persone

160 gr. riso Carnaroli
*400 ml. circa di infusione di limone e fiori
1 cipolla bianca (io cipollotto fresco)
1/2 bicchiere di Vino bianco secco, buono
(qui del Pinot Grigio)
1 cucchiaino miele agli agrumi
Olio extravergine, dado vegetale
sale macinato al momento, pepe (di Szechuan)
parmigiano a piacere
fiori di sambuco freschi per decorare

*L'infuso io lo avevo preparato lasciando in infusione (per 24 ore, in acqua fredda che avevo precedentemente bollito) i fiori ed il limone, una decina di ombrellini e due-tre limoni per ogni litro d'acqua. Ho filtrato ed usato come fosse brodo. Per cucinare il risotto, potrete semplicemente lasciare in infusione fiori e limone per una mezz'oretta, in acqua che avrete preparato ben calda. Filtrate man mano che aggiungete al riso, con un colino.

Soffriggere la cipolla tritata finemente, in poco olio. Tostare il riso e sfumare con il vino. Continuare la cottura per circa 14 minuti, aggiungendo l'infuso di fiori e limone a temperatura tiepida, regolando di sale anche aggiungendo il dado vegetalete.
Poco frima dell'ultimo mestolo di brodo, aggiungere il miele, che serve ad arrotondare il gusto lievemente aspro dell'infuso. Prima di impiattare mantecare con una bella manciata di parmigiano. Una volta impiattato, sarà ottimo un giro d'olio buono, poco pepe e qualche fiore fresco.

Questa ricetta è per Stefania e le sue (st)renne Gluten free, Grazie dei fiori!!



36 commenti

  1. Mamma mia che meraviglia, rende perfettamente l'idea della primavera! E che invidia per questi paesaggi... mi piacerebbe, unq volta o l'altra, venire a fare un giro da quelle parti!

    RispondiElimina
  2. che raffinatezza Cinzia, bravissima come sempre...un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Hai reso questo risotto etereo. Sembra un sogno :) Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  4. La primvera e' anche la mia stagione preferita perche tutto si rinnova risvegliandoci dal torpore dell'inverno....mio utilizzato i fiori di sanbuca in cucina ma visto il tuo risotto mi sa che ho perso davvero tanto:-)è ora di recuperare!!Baci,Imms

    RispondiElimina
  5. sai che non ho la più pallida idea di cosa sappia il sambuco? Devo rimediare, il tuo riso si mangia con gli occhi. buona giornata

    RispondiElimina
  6. Che strano domenica ha piovuto? ah ah! Questo risotto è di una delicatezza incredibile! Baci anche a te!

    RispondiElimina
  7. anche io adoro questi mesi... il tuo risotto è favoloso, chissà che buon profumo si è sparso per la casa

    RispondiElimina
  8. Guarda, hai descritto lo scenario così bene che hai fatto venir voglia di fare un giro con voi anche a una pigrona come me! Dopo però una bella porzione di questo risotto profumato... devo riprendermi :o)

    RispondiElimina
  9. Buon giorno davvero splendido questo primo da leccarsi i baffi..e che presentazione

    RispondiElimina
  10. So gia' che il maritino, da sempre tuo fan sfegatato, ti fara' un monumento per questo risotto. Dal canto mio, resto incantata, come sempre, dalla raffinatezza ed originalita' delle tue creazioni, dall'eleganza della presentazione e dalle splendide foto che, ma che te lo dico a fare, ti invidio bonariamente, ma intensamente!! Ti ammiro e ti stimo ogni giorno di piu', socia! Un abbraccione e un bacione, a presto!...vedo un bernoccolo di corna spuntare ...

    RispondiElimina
  11. Quanta eleganza e raffinatezza in questo risotto! Ti invidio per l'idea originale e per i bei paesaggi in cui ti puoi "immergere" :)

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  12. Ma com'è che tutti siete in giro a raccattare fiori, erbe e piante officinali e io non trovo mai nulla che non sia pieno di smog o arma batteriologica?? Forse perchè vivo ad un passo da Milano? Cara Cinzia, le tue idee hanno sempre la leggerezza di una piuma anche quando proponi la polenta concia. Ma dicci come fai...!! icaB

    RispondiElimina
  13. Il sambuco è meraviglioso, in cucina si trasforma, il suo odore si intensifica, non so come avviene, alchimia forse....una di quelle magie che solo in cucina accadono.

    davvero delicato, sembra il cibo delle fate.

    RispondiElimina
  14. dev'essere profumatissimo!!!
    un bacio cara!

    RispondiElimina
  15. Bravissima, non si butta via niente, soprattutto fiori così preziosi e buoni. Questo risotto me lo sono segnato, mi ispira tantissimo e spero di farlo al più presto! Bacioni!!!

    RispondiElimina
  16. Io e te un giorno dovremmo trovarci e fare una degustazione di risotti.... questo è MERAVIGLIOSO!!!

    RispondiElimina
  17. SUPER! Io ti metterei nella lista dei premi... mi piace taaaaanto!

    besos

    RispondiElimina
  18. Quanto mi piacerebbe pedalare su una ciclabile, qui a Genova ce le sogniamo. Pazienza, ci sono altre cose per cui amo la mia città, certo che il risotto ai fiori di sambuco mi resta lì. Bacio a presto

    RispondiElimina
  19. Anche io oggi ho cucinato con i fiori di sambuco...un certo budino salato...:D! Comunque anche il risotto deve essere una bontà!!Smack!

    RispondiElimina
  20. Cinzia, che raffinatezza questo piatto! E' a dir poco meraviglioso! *_*

    Un bacione

    RispondiElimina
  21. un risotto intrigante e profumato, da provare assolutamente! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  22. un'idea fantastica... m'immagino il profumo!

    RispondiElimina
  23. Tu sei una risottara come me. Credo che il tuo sia il blog dove ho trovato i risotti più belli e creativi. Questo in particolare è stupendo. Ho immaginato la tua passeggiata in bicicletta e concordo con te sul mese di giugno. Io lo adoro per la luce. La luce incredibile che c'è dalle 18.00 fino all'imbrunire. Quello che gli inglesi chiamano "the golden hours". Non c'è definizione più perfetta, non credi. Specialmente qui da noi, su queste colline adesso rivestite di verde del grano. Tutto si dipinge d'oro ed il cuore mi si riempie di commozione.
    Fantastica ricetta Cinzia, mi piace tanto. Sono certa che Stefania sarà felicissima. Un abbraccione. Pat

    RispondiElimina
  24. Delicato e semplice. Complimenti

    RispondiElimina
  25. Adoro il risotto e questo con i fiori di sambuco e limone dev'essere fantastico!! voglio provare qualcosa anch'io con l'infusione di fiori e/o frutti! grazie per la ricetta, è fantastica!! un bacione, Francy

    RispondiElimina
  26. @Per tutte amiche carissime, un GRAZIE di cuore, le vostre parole sono sempre gentili e squisite, sembrano questi fiorellini :)

    RispondiElimina
  27. i fiori di sambuco lasciano un bel profumo delicato, mi piace!

    RispondiElimina
  28. Che meraviglia questo fiore!!! E che bella ricetta che ne è venuta fuori!!
    Cinzia, ti voglio invitare a partecipare al mio contest http://leleccorniedidanita.blogspot.it/2012/05/geografia-in-tavola-ricette-ditalia-il.html
    Spero di vederti!!!

    RispondiElimina
  29. Magone in gola, il tuo racconto io ho la grande fortuna di visualizzarlo con gli occhi. Conosco la strada di cui parli, quella che corre lungo il fiume, bellissima... Anche io adoro tutti i fiori Cinzia, adoro soprattutto quelli di campo. Li amo con ogni mia cellula, li trovo davvero strepitosi. ora vado alla ricerca del sambuco perchè il tuo risotto mi ha incuriosita al punto che non posso proprio fare a meno di provarlo, ma essendo a Milano ora sarà la mia "caccia al tesoro" un pelino più complessa. Felice weekend a te, un bacino!

    RispondiElimina
  30. Bellissimo il tuo risotto ai fiori di sambuco, una bella idea usare l'infusione come fosse brodo per portare a cottura il risotto! Anch'io amo i fiori indistintamente, come te...nel mio selciato cresce una violetta solitaria che non tolgo assolutamente! Bacioni!

    RispondiElimina
  31. Adoro i fiori di sambuco, gli ho scoperti da poco. hanno un meraviglioso profumo. purtroppo però io non sono ancora riuscita a trovarli...che peccato!

    RispondiElimina
  32. Originalissimo! Io i fiori di sambuco li uso da tempo ma sempre in versione dolce! Da provare anche così! Complimenti!

    RispondiElimina
  33. Mamma mia che sogno!!!! Io che ho un debole per le ricette salate non posso che applaudire anche questa tua interpretazione!!!!

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig