La patata e il peperone


Sembrerebbe il titolo di una bella storia, che non so se potrei tentare di inventare, non ho la stoffa della narratrice, però in cucina mi piace giocare e, dove i sapori sono oramai un'accoppiata consolidata, un ulteriore giocattolo di cui la natura ci fa dono è il colore. Il colore un mio punto di forza, ne faccio uso anche nel mio lavoro, dunque gioco in casa ;)
Le patate e i peperoni sono un classico della cucina mediterranea: dolcezza e gusto deciso sono il contrasto che mi piace di questo piatto, declinabile in tutte le forme, dallo sformato gratinato all'umido in padella.
Ma mi voglio concentrare sul colore. Prendiamo le patate, che normalmente troviamo a pasta gialla e pasta bianca, ma (qualcuno le conosce già..) che esistono anche Viola!
Quando, in rete, ho visto alcune ricette realizzate con questa qualità di patata, ho pensato subito che non potevo mancarle, sono del mio colore preferito, trovarle e provarle era il minimo. Avevo chiesto al fruttivendolo del mio paesello senza successo. Grazie a Rossella, ho saputo dove acquistarle, in città naturalmente.
Il loro sapore è deciso, ma soprattutto è la consistenza ad essere diversa dalle patate dell'abitudine: sono molto più sode ed il gusto lo definirei "denso".
Da una velocissima ricerca in rete, scopro che sono ricche di antiossidanti, sostanze nutritive che proteggono l'organismo e aiutano a ridurre l'invecchiamento. Contengono inoltre altre sostanze, le antocianine, pigmenti che si trovano nei vegetali viola ed agiscono come protettori nella prevenzione del cancro e dell’invecchiamento. E non contengono glutine.
Del piccolo quantitativo acquistato, una preparazione quindi è dedicata al classico puré.
Accanto, una semplice salsa di peperoni, accostata a formare un piccolo antipasto caldo,  soffice e aromatico, ma soprattutto una festa per gli occhi: due colori molto contrastanti, vivaci ed allegri, che insieme mi piacciono tanto!

Purè di Patate viola su crema di peperoni


Puré di patate viola su crema di peperoni
250 gr. patate viola
80 gr. latte di cocco
noce moscata
sale, pepe

2 peperoni rossi
olio extrav.
prezzemolo, sale q.b.

Bollire le patate con la buccia e spellarle ancora calde. Schiacciarle il più possibile con una forchetta e poi passarle allo schiacciapatate. Amalgamarvi il latte di cocco, che in realtà non è latte, ma una pasta piuttosto compatta, regolare di sale e pepe e tenere in caldo.
In una pentola, stufare con poco olio extravergine i peperoni, puliti e tagliati in falde larghe. Io li ho mossi poco per non romperli, perché cuocendo, la loro pellicina tende a staccarsi ed è allora possibile toglierla per renderli più digeribili. Lasciarli intiepidire giusto quanto basta per poterli maneggiare e privarli della pelle. Terminare la cottura ed infine passarli al frullatore, ottenendo una cremina. Aggiustare il sale e scaldarla, prima di impiattare. Io ho messo anche del prezzemolo, dava colore ed anche un tocco in più alla salsa.

25 commenti

  1. Si vede che il colore è il tuo forte, l'accostamento arancio-viola è tra i miei preferiti. Davvero chic questa ricetta, complimenti! Grazie per avermi riempito almeno gli occhi con tanta allegria! Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  2. Ma sono bellissimi questi colori; io non ho mai provato la patata di questo colore, devo cercarla datosi che dici che fa bene.

    Buon inizio settimama

    RispondiElimina
  3. bell'idea per gli occhi ed il palato ciao a presto Simmy

    RispondiElimina
  4. Ciao Cinzia c'è un regalo per te sul mio blog, vieni a trovarmi....Baci

    RispondiElimina
  5. Ciao Cinzia, hai cambiato lato di inclinazione ;o) Bello il contrasto viola, bianco e arancione. Bravissima come sempre.

    RispondiElimina
  6. davvero una ricetta ricca di colore e sapore, e cucinata per una buona causa. Un saluto

    RispondiElimina
  7. Giuro che non le ho mai viste.. ho visto solo le patate rosse, che trovo dure e fin troppo consistenti, ma...lilla, mai...sono semplicemente..inquietanti!!
    Però sono anche bellissimi, questi tortini.
    D'altronde, mia nonna faceva il minestrone con violette e primule, quindi....
    Cmq le cercherò!
    Ciao
    Cinzia

    RispondiElimina
  8. Questi sformatini sono adorabili!!!

    Ci tengo a ringraziarti ancora per il premio e ti lascio il link del post che ho scritto al riguardo:
    http://cristallidipane.blogspot.com/2011/03/un-premio-per-me.html

    un abbraccio forte,
    Lentijini

    RispondiElimina
  9. SI'! Che belle le patate viola; non solo ti piace moltissimo giocare sugli anninamenti di colore, ma noto che effettivamente le tue foto hanno "stile"! (L'ha fatto notare anche Paolo, no?)
    Le patate viola le ho trovate aolo una volta e ne avevo fatto dei bellissimi gnocchetti conditi col pesto alla genovese (viola/verdolino; bell'abbinamento anche quello, no?). Purtroppo non le ho mai più viste...
    Che dire? Ci stupisci sempre con idee ed ingredienti diversi, abbinamenti gustosi, esaltazioni della vista... (perché, per prima cosa, i cibi si gustano con gli occhi).
    Un bacio

    RispondiElimina
  10. ma che festa di colori!
    ti stai sbizzarrendo come una pittrice culinaria!
    sei fantastica!
    bacioni

    RispondiElimina
  11. ^_^ bellissima ricetta, inserita, grazie di cuore per la partecipazione!
    Buona giornata
    Sonia

    RispondiElimina
  12. che stupenda ricetta....coloratissima!!=)

    RispondiElimina
  13. Ciao Cinzia, non avevo visto che avevi già il cuoricino, ma sono contenta di avertelo rimandato, è questione di feeling:)
    Tu fai molte cose bellissime, partecipi a diversi contest, io non riesco, forse dovrei entrare nel meccanismo e poi riuscirei, devo fare un "buon" proposito...ti farò sapere oppure vedrai da te quando verrai a trovarmi. Ma queste patate viola, qui da me non le ho mai viste, ma ora mi ci metto...Baci

    RispondiElimina
  14. Un grazie di cuore per la presenta di tutti voi ;) io sono un poco presa, ultimamente, vedo i vostri messaggi ma arrivo tardi con la Presenza, comunque un bacione!

    RispondiElimina
  15. colori bellissimi! e la composizione del piatto.. wow davvero super!
    anche io sono alla ricerca delle papate viola ma qui è più difficile trovarle

    RispondiElimina
  16. Ciao Cinzia! Semplice ma veramente chiccosa...
    Anch'io ti ringrazio ancora per il premio e ti segnalo il post che ho scritto:
    http://latartemaison.blogspot.com/2011/03/stecco-viennese-e-passaggio-di-premi.html

    RispondiElimina
  17. Un quadretto commestibile che farebbe invidia a tanti pittori di arte contemporanea. Sai che bello sarebbe creare un museo di arte "mangiabile"?... scusami per il delirio ;-)

    RispondiElimina
  18. Adoro le tue combinazioni di gusti e colori! Grazie a te ho scoperto il "Topinambur" che adesso metto da per tutto! heheheehe!
    Questa tua ricetta è magnifica!

    (da tempo, ho in mente un progetto... poso dire che tu ci sei dentro!?)
    Ti spiegherò...

    RispondiElimina
  19. Bellissimo il colore di questa patata... ottimo abbinamento con il gusto e il colore del peperone!
    Brava!

    RispondiElimina
  20. che meraviglia di contorno! anch'io adoro l'abbinamento peperoni/patate..ma queste viola...le voglio!!! chissà dove posso trovarle a roma!! :))

    RispondiElimina
  21. che colori meravigliosi Cinzia!devo cercare queste patate.....un abbraccio forte...

    RispondiElimina
  22. Patate viola??? Non sapevo esistessero...ma proverò a cercarle perchè mi intrigano dopo aver letto la tua descrizione! Bravissima, baci

    RispondiElimina
  23. Le patate viola io le ho trovate da un fruttivendolo di quelli cittadini, quelli che -per intenderci- hanno le ciliege a dicembre. AL mio paesello nn le conoscono nemmeno!

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig