Polenta bianca con straccetti di parmigiano

Chi mi segue ormai lo saprà, che oltre alla fissa per i colori, ne ho un'altra molto profonda, retaggio di chissà quali vite antiche passate in ristrettezze...
Non saprei, ma sta di fatto che il riciclo fa parte di me fin da che ne ho memoria. Ricordo ancora quando, in prima media, riciclai un avanzo di tela usata per fare delle tende da sole, e mi confezionai una cartella a tracolla. Oppure quando, stanca di una borsa in cuoio del mio periodo "hippie style"  ne feci una cintura (la disfai tutta, passando poi un pomeriggio intero a ribattere borchie, una per ogni buchetto rimasto vuoto...).
Volete mi ca che mi tiri indietro in cucina?! Proprio dove posso sbizzarrirmi di più! E se poi c'è di mezzo anche la mia amica Nus con il suo contest a tema riciclare, la puntata era d'obbligo.

Non starò a farla troppo lunga raccontandovi come sono arrivata a concepirla, avevo visto qualcosa del genere su qualche blog, tempo fa. E' che ultimamente sono affetta da una forma acuta di accidia, sia per le parole che per le idee e le ricette da postare, infatti sono passati quasi venti giorni dal mio ultimo post, mai successo in oltre due anni di blog...:(  
Inoltre, trattandosi di accidia quasi allo stato puro la mia, ecco che con un solo condimento ho fatto uscire ben due ricette.

Polenta bianca con straccetti di parmigiano e
pomodori secchi


dosi per 4 porzioni piccole
125 gr. farina di mais (bianca, ma va bene anche la classica)
(qui in versione istantanea, comodissima)
100 gr. croste di parmigiano
100 gr. pomodori secchi
(rinvenuti in acqua per qualche ora)
2 bicchieri vino bianco secco
olio, aglio, sale

Mettete a bollire l'acqua per la cottura della polenta: ne serviranno 500 gr., ovvero il quadruplo del peso della farina. Con questa dose viene una quantità pari ad una bella ciotola, e dato che il piatto vuole essere un primo oppure un antipasto, ne andrà una cucchiaiata abbondante per ogni piatto.
Intanto, raschiate e pulite le croste di formaggio, tagliatele a striscioline di circa 1 x 5cm e mettetele a cuocere in un pentolino con il vino bianco. Quando saranno tenere, tenetele da parte prima di scolarle, mentre farete un leggero soffritto con poco olio e l'aglio vestito. Stufate un paio di minuti i pomodori secchi ben strizzati e tagliati a striscioline, unite le croste morbide appenta tolte dal vino e saltate a fuoco non troppo alto per non far troppo sciogliere il formaggio. Togliete l'aglio ed è pronto.
Nel frattempo, quando l'acqua bolle, salate e versate la farina lavorando con una frusta per evitare i grumi. Continuare a rimestare fino a cottura, nel mio caso circa 7/8 minuti, ma con la farina classica servono circa 40 min.
Servite in piccole pirofile, una cucchiaiata di polenta ed una di ragù di pomodori e formaggio.
Mi raccomando, caldissimo!


La ricetta è per la cara Nus di L'ennesimo blog di cucina e per il suo contest mensile, che a gennaio si dedica appunto a RI-CI-CLA-RE.
Invece per l'altra ricetta, vi rimando al nuovo blog Colors and Food, dove troverete il post che partecipa all'MTC di questo mese, e che incrocia sia il tema dei Pici che il nostro del Bianco con un tocco di... rosso
I nostri pici!

47 commenti

  1. "Accidiosamente" favolosa ;-)

    Ti abbraccio affettuosamente

    RispondiElimina
  2. Più che accidia la definirei creatività alla seconda! E in ogni caso, W l'accidia se i risultati sono questi :D! Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  3. alla faccia del riciclo, è un piattino da re! ed è così bello nei suoi colori, davvero armonioso, sei bravissima

    RispondiElimina
  4. Sei una grande! Anche io le croste di parmigiano le burro raramente ;-)

    RispondiElimina
  5. Che idea!!!
    Le croste di parmigiano le adoravo quandola mia mamma le metteva nel brodo, non sapevo si potessero utilizzare anche così, ma quanto si im para in cucina??

    Bellissima ricetta, brava Cinzia!!
    E ogni tanto un pò di riposo ci vuole :)

    RispondiElimina
  6. il riciclo è un'arte e tu come sempre ti sei espressa al meglio!
    spero che il momento accidioso sia passato e che tu possa tornare presto a riempire il blog con le tue belle ricette!
    baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Adoro i pomodori secchi...W il riciclo. Da spazio alla creatività!

    RispondiElimina
  8. Ciao cara, bentornata!!! Mi fa molto piacere rileggerti! Che belle ricette che hai postato :-) Se vuoi me la prendo un po' io della tua accidia.. in questo periodo sono l'esatto opposto e non so quanto durerò prima di scoppiare. Già che ci sono approfitto per invitarti a partecipare al nostro primo giveaway. Se ti va noi ne saremmo felicissimi :-) Ti mando un grande abbraccio!!

    RispondiElimina
  9. Ma che bontà!!! Mi sono incuriosita parecchio leggendo "straccetti di parmigiano"...di? non al?...ed ecco scoperto il segreto, ma chi l'avrebbe mai detto?! troppo bella, complimenti davvero per l'idea, mi piace tantissimissimissimo!!! :)

    RispondiElimina
  10. mio marito adora le croste diparmigiano: le sgranocchia così come sono......la tua ricetta è davvero una bella idea!

    RispondiElimina
  11. Ciao Cinzia :) Quando vedo i pomodori secchi impazzisco, questa polenta deve essere squisita... salvo subito la ricetta! Riciclo raffinato e speciale, mi piace un sacco, complimenti! :) :*

    RispondiElimina
  12. Ciao Cinzia in effetti ho notato che mancavi da un pochino. Spero tutto bene, cmq. Come scrivevo poco fa adoro le ricette del riciclo: mi danno una tremenda soddisfazione. Bravissima: idee entrambe da testare sul campo.
    Un bacione!!!
    simo

    RispondiElimina
  13. Cara Cinzia, infatti ad un certo punto mi sono chiesta se blogger mi avesse fatto qualche scherzo visto che non vedevo più tuoi post :)
    Fai bene, goditi l'accidia, ci sono momenti in cui ci vuole anche quella, e se poi questi sono i risultati, beh, chapeau!
    Un abbraccio grande, bellissimo il tema del contest!

    RispondiElimina
  14. Tesoro mio.. per essere 'accidiosa' devo dire che hai creato due capolavori, eh? :) Complimenti di vero cuore.. ti posso capire, anche io posto pochissimo ma attendo tempi migliori di questi, amica mia. Auguroni per i contest e un abbraccio pieno d'affetto! Tvb!

    RispondiElimina
  15. ma che splendidi piatti.uno meglio dell' altro!bravissimaun bacione

    RispondiElimina
  16. complimentissimi!!! un grande ricettas del riciclo; stupendi anche i pici!
    in bocca al lupo per entrambi i contest :)

    RispondiElimina
  17. Si vede che ami i colori, questo piatto è favoloso e mette un'allegria pazzesca! la farina bianca di mais non l'ho mai provata, ma rimedierò:)
    Buonissimo!

    RispondiElimina
  18. Più di un riciclo direi che è un vero piatto creativo, bravissima!

    RispondiElimina
  19. ah ma allora ci sei?!! Mi sa che l'accidia (va chiamiamola così...) è un po' contagiosa e sai cosa intendo...
    certo che il 'mestiere' della foodblogger si fa impegnativo: contest, sfide, letture, corsi, foto, tentativi, pensieri e tutto in un paio di ore nel fine settimana... e poi ti credo che non riesco a pubblicare più di un post al mese! Ti abbraccio sperando di sentirti presto

    RispondiElimina
  20. ciao Cinzia, sì sì, confermo quello che dice Roby, è contagiosa...
    la ricettina è molto gustosa e poi spesso dall'utilizzo di pochi ingredienti escono cose davvero interessanti! basta un pizzico di fantasia! memorizzo le croste di grana cotte nel vino.
    un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
  21. Ciao Cinzia, ecco un'altra ricetta, ho lasciato il link anche su Colors & food
    http://arbanelladibasilico.blogspot.it/2013/01/ancora-bianco-con-un-tocco-di-rosso.html
    Buona la polenta per non parlare dei pici che ho commentato di là.
    Bacione

    RispondiElimina
  22. Due ricette una più gustosa dell'altra!!
    Bravissima come sempre Cinzia!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  23. Che idea incredibile! Noi la polenta la mangiamo spesso la domenica.. Ma questo piatto e' un lusso altro che riciclo! Complim Cinzia.

    RispondiElimina
  24. Grazie, care amiche, mi fa sempre tanto piacere sapere che condividete l'aspetto del riciclo anche come una parte creativa del fare in cucina!

    RispondiElimina
  25. Togliamo l'accidiaaa dai peccati!! Che fameee :)

    RispondiElimina
  26. Ciao!
    Siamo mamma e figlia con la passione per la cucina e giusto da poco abbiamo aperto il nostro piccolo spazio online!
    Ti seguiamo volentieri, ci farebbe molto piacere se passassi a trovarci anche tu!
    Noi continuamo a seguirti , ci piacerebbe condividere con altre persone il nostro hobby!
    Un bacio ♥
    Polvere Di Cacao | Food Blog

    RispondiElimina
  27. Che bella proposta! Ha tutto il calore di casa! :)
    Un abbraccio Cinzia! ciao

    RispondiElimina
  28. mamma mia che fameeee!!! troppo invitante questo piatto!

    RispondiElimina
  29. Che bel piatto semplice genuino e saporito ......
    E buon appetito vado a cena tra poco e mi fa venire una fame!!! :-)

    RispondiElimina
  30. Un riciclo super gustoso cara Cinzia, che gustosissimo piattino!!!!

    RispondiElimina
  31. ma come!!! colpita da accidia? va che è una brutta bestia l'accidia, sai??? mi raccomando rimettiti in sesto! :) e con il riciclo, sai che sfondi una porta aperta, perchè se c'è una cosa che detesto fare è buttare via il cibo. ancora ricordo perfettamente i tuoi biscotti con lo zabaione un pò vecchiotto... come scordarsi tale maestria? buona domenica cara Cinzia! un bacino, sere

    RispondiElimina
  32. Ecco anche io sono come te non posso fare a meno di riciclare, ma in tutto, carta, stoffa, cibo e chi ne ha più ne metta. Quello che più mi piace e che si parte da degli ingredienti base (in qualsiasi campo) e si arriva ad un prodotto completamente nuovo e diverso da quello da cui si è partiti. Ricetta golosa e super riciclosa! ORa vado a vedere l'altro post! Un bacione e buona domenica.

    RispondiElimina
  33. Ciao Cinzia! Ma lo sai che vedo solo il colors and food di Gennaio....ho appena postato una ricetta perfetta per voi! Peccato che ormai non sia più in tempo ...vai dare un'occhiata se ti va! Sono sempre più presa con il lavoro e ho sempre meno tempo da dedicare al blog e a voi amiche!
    Come stai? un bacio!!!

    RispondiElimina
  34. Ciao Cinzia ! complimenti è un piatto tutto da gustare questo !!! Mi piace sei bravissima !!! Un abbraccione !!!

    RispondiElimina
  35. Ciao "accidiosa" carissima Cinzia. Hai ragione, la sfiga cerco di seppellirla in fondo al mare, è meglio!!! bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  36. Cinzietta, dobbiamo sentirci domani (la fattura :) che sennò comincio a vedere le streghe al posto dei fogli di ricette!!!
    Manco da molto e tutto sommato mi consola sapere che non mi sono persa mirabolanti ricette, perchè anche tu hai staccato un po'. Dobbiamo vederci, devo raccontarti e tu a me!
    Sempre belle le tue foto e tu sai che lo penso davvero.

    Ti abbraccio, forte e tanto (e sempre ti penso per quella tua prima email. Ancora oggi mi consola dalla solitudine che in fondo mi prende comunque).

    RispondiElimina
  37. assolutamente mai sprecare nulla in cucina, guai!ottima idea la tua e devo dirti veramente molto. molto invitante!!

    RispondiElimina
  38. io non spreco nulla riciclo anche il brodo vegetale lo tengo in frigo non si sa mai! :)

    RispondiElimina
  39. Per fortuna in cucina è più facile riciclare con successo: genaile l'idea degli straccetti di parmigiano :D

    RispondiElimina
  40. sai che non ho ancora mai provato la polenta bianca, devo proprio rimediare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  41. io credo che un po' di sana accidia, ogni tanto, faccia bene! Insomma, non siamo dei robot ed anche il corpo ha bisogno di ricaricare energie e prendere i suoi tempi.
    Detto questo trovo il tuo piatto del riciclo, nella sua semplicità ed essenzialità, assolutamente godurioso. Nonostante siamo spesso alla ricerca di cibi più "ricercati" (e scusa il bisticcio) alla fine torniamo sempre alla semplicità, madre di tutte le ricette e vero cibo che nutre.
    Ciao, un abbraccio :))

    RispondiElimina
  42. se poi il risultato di queste assenze sono delle ricettine deliziose così.. sei scusata!
    Tornerà la voglia di postare, ne siamo certi.
    baci ficoeuva

    RispondiElimina
  43. Verrebbe da chiedersi quale sia l'ingrediente che hai riciclato, visto che questo piatto sembra appositamente pensato.
    E visto che hai accidia per le parole in questo periodo, mi fermo qui! :-)
    Un bacio.

    RispondiElimina
  44. CINZIA, questa polenta giuro che mi ispira tantissimo, con le croste e i pomodorini..pensa che ho lì della farina di mais bianca e .. non l'ho mai fatta, l'ho presa per il colore, sarò cretina, eh?
    E' un po' che non ci sentiamo, così ti mando un saluto..
    Ciao, a presto
    cinzia

    RispondiElimina
  45. Ci sono poche certezze nella vita. Eppure io so che se cerco una buona ricetta, di qualsiasi tipo, anche con ingredienti poveri o di scarto mi basta venire qui e trovare una magia in tavola.

    grazie come sempre per la piccola lezione di gusto e raffinatezza

    RispondiElimina
  46. Ciao Cinzia passa nel mio blog c'è un regalino per te ^_^
    http://incucinaconombretta.blogspot.it/2013/02/liebster-award.html

    RispondiElimina

© ESSENZA IN CUCINA

This site uses cookies from Google to deliver its services - Click here for information.

Professional Blog Designs by pipdig